FOX  

Stasera War of The Worlds arriva su FOX: i primi minuti in anteprima

di - | aggiornato

L'inizio di War of the Worlds, la serie in prima assoluta su FOX dal 4 novembre, non lascia spazio ai dubbi: mentre incombe la minaccia aliena, il protagonista riflette sul senso della distruzione e della guerra...

98 condivisioni 0 commenti

Condividi

Stasera 4 novembre alle 22.05 su FOX va in onda il primo episodio di War of the Worlds, il nuovo adattamento televisivo del grande romanzo di H.G. Wells, già portato sullo schermo - al cinema e in TV in diverse altre occasioni. Mentre scorrono i titoli di testa e assistiamo alle prime immagini, che in questi 7 minuti ci raccontano subito l'incombenza della minaccia aliena sul nostro mondo, ascoltiamo le parole del protagonista, il dottor Bill Ward, interpretato da Gabriel Byrne

Volevano cancellarci dalla faccia della Terra, ma noi non smettevamo di chiederci: perché?

Come da tradizione, la distruzione dell'umanità da parte degli alieni ostili - Marziani, nel romanzo e negli adattamenti più fedeli - non ha una ragione. Forse gli extraterrestri vogliono solo conquistare il nostro pianeta perché ne hanno bisogno, o forse, semplicemente, uccidono chi non è come loro.

Dopo tutti quei secoli di crudeltà insensata, forse, quanto accaduto non avrebbe dovuto sorprenderci

E poi, ancora:

Il male è in ognuno di noi.

Poche frasi e il messaggio dell'adattamento voluto da Howard Overman, già dietro le quinte di serie come Misfits, Merlin e Dirk Gently, appare lampante.

La guerra dei mondi che FOX ci racconta con la sua nuova serie in prima visione assoluta parla di noi, dei nostri errori, della nostra stupidità.  Abbiamo quasi distrutto la nostra casa, la Terra, senza preoccuparcene, e solo quando arrivano gli invasori ci rendiamo conto di quanto fosse importante.

Il messaggio ambientalista emerge dai primi secondi, mentre in seguito scopriamo cos'altro vogliono dirci gli autori: dovremmo essere tutti uguali. Tutti terrestri, tutti esseri umani, tutti uniti contro il nemico comune.  E invece, da secoli ci facciamo la guerra.

In questi primi minuti del pilot ascoltiamo le parole di Bill e conosciamo Catherine Durand (Léa Drucker), la dottoressa dell'I.R.A.M., l'osservatorio sulle Alpi francesi, che per prima si accorge che sta succedendo qualcosa. Sarà lei a capire che il segnale captato non può essere originario della Terra, perché non esiste alcuna fonte naturale in grado di produrlo.

Scopriremo in seguito in che modo si evolveranno gli eventi, ma una cosa appare immediatamente chiara, lampante: siamo di fronte a un nemico implacabile. Solo uniti, alleati, fratelli, gli uomini e le donne sopravvissuti alla nuova guerra dei mondi avranno una speranza di salvare l'umanità. Nel Vecchio Continente, ambientazione originale del romanzo, il mondo dovrà fare i conti con i peccati del passato e la paura del futuro.

Il ruolo degli altri personaggi - la ragazza non vedente che si fa un tatuaggio, il collega di Catherine e naturalmente il narratore, Bill - verrà chiarito nei minuti successivi a quest'anteprima. Il loro compito, invece, sarà al centro dell'intera serie: capire come salvare quel che resterà del mondo, come affrontare il terrore degli alieni e, soprattutto, se si salveranno, come cambiare le cose affinché l'umanità non sia più divisa da odio, pregiudizi, avidità e guerre. La guerra è la somma di tutto ciò che esiste di sbagliato.

E sì, certo: la guerra è guerra. Che si svolga all'interno dello stesso mondo, o fra mondi diversi...

La Guerra dei Mondi, il primo episodio alle 22.05 solo su FOX

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.