FOX

Black Widow: anticipazioni, spoiler e teorie dal primo teaser trailer

di - | aggiornato

Nel primo trailer di Black Widow, atteso debutto da solista di Vedova Nera, ci sono diversi dettagli interessanti. Analizziamoli insieme!

0 commenti

Condividi

La prossima primavera una delle più amate eroine del Marvel Cinematic Universe sarà finalmente protagonista di una pellicola tutta sua. Si sta parlando di Black Widow, pellicola chiave per il franchise anche perché avrà il compito di guidare i fan all'inizio della tanto attesa Fase 4. Si tratta di un progetto che gli appassionati chiedevano a gran voce da anni e che a lungo è stato rumoreggiato, ma che si è concretizzato solo con l'annuncio ufficiale al San Diego Comic-Con 2019, insieme al resto dei prossimi progetti Marvel Studios.

Nei mesi successivi sono state mostrate alcune immagini della pellicola in varie convention, ma il footage è sempre rimasto limitato a tali eventi, senza mai essere pubblicato online. Ora però l'attesa è finita e Black Widow si è finalmente mostrato in un primo trailer, dando un assaggio di cosa attendersi dal film. Come sempre infatti gli appassionati si sono subito lanciati alla visione del promo, scandagliandolo fotogramma per fotogramma alla ricerca di tutti i possibili indizi e anticipazioni su cui creare le proprie teorie.

Scarlett Johansson come Vedova Nera in The AvengersParamount Pictures/Marvel Studios

Ho quindi voluto lanciarmi anche io in questa analisi del trailer, che nei suoi due minuti di durata contiene tante piccole e grandi informazioni interessanti sulla prima avventura solista di Vedova Nera. Ho raccolto le mie osservazioni in questo articolo, per cercare di ricostruire cosa accadrà nel film. Si tratta solo di teorie e speculazioni ovviamente, ma se siete particolarmente sensibili agli spoiler, vi invito a procedere con attenzione nella lettura. Chissà, magari ho davvero scovato qualche segreto ben nascosto...

E ora, dopo la dovuta premessa, si può subito partire con l'analisi del trailer di Black Widow!

Budapest

Uno dei misteri che i fan del MCU sperano venga svelato da questa pellicola è quello che ruota intorno a Budapest. Da anni infatti Occhio di Falco e Vedova Nera accennano a eventi avvenuti nella città ungherese, senza mai svelare cosa sia successo davvero. Ebbene, sembra che finalmente la risposta arriverà con il prossimo film. Il trailer lo suggerisce fin dalla primissima inquadratura che ci mostra un panorama proprio di Budapest. Sembra che sia proprio qui che l'eroina sia venuta a fare i conti con il proprio passato...

Una lunga chioma rossa

Scarlett Johansson e Chris Evans in Avengers: EndgameHDDisney/Marvel Studios

Nell'avvicinarsi ad Avengers: Endgame uno degli aspetti più strettamente osservati nei trailer erano i capelli di Vedova Nera. Il cambiamento di colore e taglio dell'eroina erano un aiuto per collocare cronologicamente le diverse scene del film. Lo stesso parametro può essere utilizzato anche per questo video. Il fatto che la protagonista porti i capelli lunghi e rossi sembra confermare che Black Widow sarà ambientato poco dopo Captain America: Civil War, come già suggerivano i rumor. 

Memorie del passato

Nelle prime scene del trailer Natasha Romanoff si guarda allo specchio, ricordando alcuni momenti delle sue avventure nel Marvel Cinematic Universe al fianco degli Avengers. È interessante notare il ritorno della sua visione del passato presente in Avengers: Age of Ultron, ma anche la presenza di Occhio di Falco e Nick Fury. Questi ultimi infatti si ricollegano al periodo intermedio della carriera di Vedova Nera, tra il suo passato nell'Unione Sovietica e le battaglie al fianco di Capitan America e Iron Man, quando era un'agente dello S.H.I.E.L.D.. Chissà se scopriremo di più anche su questo lato del personaggio...

Il ritorno di Thunderbolt Ross

William Hurt nei panni del Generale Ross in L'incredibile HulkUniversal Pictures/Marvel Studios

Quando hanno iniziato a circolare rumor sulla presenza di William Hurt sul set di Black Widow in molti hanno pensato che l'attore avrebbe avuto un ruolo di collegamento tra questo film e Captain America: Civil War, dove il suo Thunderbolt Ross era un personaggio chiave. Questo è ovviamente ancora possibile, ma i pochi secondi in cui si vede nel trailer sembrano suggerire altro. Hurt appare infatti ringiovanito in digitale, indicando che la sequenza è in realtà ambientata nel passato. Un altro dettaglio interessante sono le scritte in ungherese alle sue spalle, che lasciano intendere che anche il Generale Ross abbia avuto un ruolo nei famigerati eventi di Budapest...

"Non voglio più fuggire dal passato"

A questo punto, il trailer entra nel vivo, portandoci al centro dell'azione e confermando quello che sarà il focus della pellicola: il rapporto di Vedova Nera con il proprio passato. Una storia che è stata finora raccontata solo in parte, tramite piccole suggestioni, ma che finalmente sarà svelata. Da quanto si può intuire dalle diverse scene è chiaro che Natasha avesse uno stretto rapporto con la "collega" Yelena Belova (di cui parleremo a breve) e con Melina Vostokoff e Alexei "Guardiano Rosso" Shostakov. Un gruppo unito, quasi come una famiglia commenta proprio quest'ultimo in una scena successiva: cos'è successo per separarli per tutto questo tempo?

"Sorellina"

Dettaglio della cover di Black Widow #3Marvel Characters, Inc.

Il primo incontro tra Yelena e Natasha è decisamente intenso, con le due che si affrontano a pistola puntata. È affascinante notare come, nelle prime fasi del combattimento, le loro mosse siano assolutamente speculari, frutto dell'allenamento e del condizionamento che entrambe hanno subito nell'ambito del programma Vedova Nera (similmente a quanto accaduto nei fumetti). Concluso lo scontro, Natasha si riferisce alla ragazza come "Sorellina", ricollegandosi quindi al tema della famiglia, che probabilmente sarà centrale nella pellicola. Dopodiché le vediamo ripartire in moto, scena da cui probabilmente provengono alcune immagini leakate dal set durante le riprese.

La terza incomoda

Le sequenze successive sono ad alto contenuto action e ci mostrano le due donne in fuga, che saltano poi dal tetto di un palazzo, reggendosi a una grondaia che precipita verso terra. Insieme a loro c'è una terza figura, apparentemente femminile. Da una parte potrebbe essere proprio la minaccia da cui Natasha e Yelena stanno scappando, magari un'altra appartenente al progetto Vedova Nera. Dall'altra vediamo la rossa aiutare questa donna del mistero, facendo pensare che si tratti in realtà di Melina, il personaggio interpretato da Rachel Weisz che vedremo anche nelle scene successive. Se fosse davvero così, resterebbe una domanda ancora senza risposta: chi stava inseguendo il terzetto?

"Dobbiamo tornare dove tutto è iniziato"

A questo punto quindi Yelena e Natasha (e probabilmente anche Melina) si recano in missione in una base militare, quasi sicuramente legata al progetto Vedova Nera, come vedremo nella prossima posizione. Qui fa il debutto il costume bianco della protagonista, annunciato questa estate e chiaramente giustificato dalla necessità di mimetizzarsi con l'ambiente innevato. Insieme all'altra divisa più scura e all'outfit "casual" visti nelle scene precedenti, sarà un fattore da tenere d'occhio nei prossimi mesi, per cercare di ricostruire l'ordine delle diverse sequenze nei trailer. A meno che ovviamente i Marvel Studios non decidano, come spesso fanno, di modificarli per mandare gli appassionati fuori pista. Ma alla fine è anche questo parte del gioco.

Le nuove Vedove Nere

Sin dai tempi di Avengers: Age of Ultron è stato chiaro che la "nostra" Vedova Nera non è stata l'unica ad aver attraversato quel lungo e complesso periodo di addestramento. Tuttavia non c'era ancora una conferma del fatto che il progetto fosse ancora attivo, cosa che invece questo trailer sembra suggerire. Vediamo infatti una sequenza apparentemente ambientata all'interno della base militare sopracitata e ai giorni nostri, che mostra una dozzina di ragazze che si stanno addestrando. Questo si ricollega alle dichiarazioni della scorsa estate di Rachel Weisz che parlava della presenza di tante Vedova Nera nel film. Daranno sicuramente del filo da torcere ai nostri protagonisti...

E finalmente... Taskmaster!

A circa tre quarti del trailer fa il suo debutto quello che, apparentemente, sarà l'antagonista principale della pellicola, ovvero Taskmaster. Questo personaggio nei fumetti ha l'abilità di replicare quasi istantaneamente qualsiasi stile di combattimento e per questo motivo è molto interessante che il villain imbracci un arco in questa sequenza. Si tratta di una replica delle capacità di Occhio di Falco? Oppure, ancora più sorprendentemente, dietro la maschera con il teschio potrebbe nascondersi proprio Clint Barton? La vera identità di Taskmaster nel film è ancora un mistero, dopotutto...

Release the Red Guardian!

A questo punto fa il suo debutto ufficiale anche Guardiano Rosso, il personaggio interpretato da David Harbour. Apparentemente l'obiettivo della missione nella misteriosa base militare era proprio la sua liberazione da un qualche tipo di prigionia, dato che le prime scene in cui lo vediamo sono proprio in quell'ambientazione. Sembra che sia proprio lui a sfondare la porta blindata, dimostrando di non essere poi così fuori forma come suggerisce Melina dopo la prima apparizione del personaggio con la sua divisa da supereroe.

Giù la maschera!

Dettaglio della cover di Taskmaster: UnthinkableHDMarvel Characters, Inc.

Nelle scene successive vediamo in azione proprio il Guardiano Rosso, chiamato ad affrontare Taskmaster. Quest'ultimo però si presenta con un costume più scuro, senza le venature azzurre e arancioni viste nella sua precedente apparizione. Questo, unito al panorama cittadino, al sopracitato riferimento a Occhio di Falco e alla targa europea dell'auto che il villain sta inseguendo, fa pensare che la scena non sia ambientata ai giorni nostri, ma che sia invece parte di un lungo flashback sugli eventi di Budapest. Taskmaster si aggiunge quindi alla lista sempre crescente dei personaggi presenti in quella occasione. Allo stesso tempo il Guardiano Rosso viene escluso da quella dei possibili volti nascosti dietro la maschera dell'antagonista, a meno di incredibili sorprese.

Jason Bourne ed Ethan Hunt

Concludo la lista, con un'analisi del tono generale della pellicola. Come anticipato durante le varie presentazioni, sembra essere un progetto molto più votato all'action puro rispetto al resto del MCU. Pur mantenendo lo spirito del franchise, questo trailer di Black Widow promette un film che riprenda lo stile degli ultimi due della trilogia su Capitan America e lo porti di qualche tacca più in su, avvicinandosi a classici moderni dei film d'azione e spionistici come la saga di Mission: Impossible o quella di Jason Bourne. Riuscirà a rispettare queste aspettative? La risposta la avremo solo il 22 aprile quando Black Widow arriverà finalmente nelle sale italiane.

E voi, avevate notato tutti questi dettagli? Ma soprattutto, quali aspetti pensate che mi siano sfuggiti in questa analisi? Fatemi sapere tutto quello che avete visto voi nel trailer del nuovo film Marvel!

Black Widow (2020)

Data uscita in Italia: 29 aprile 2020

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.