Golden Globes 2020: il commento della premiazione e tutti i vincitori [AGGIORNATO]

di - | aggiornato

Chi vincerà i globi d'oro? Per scoprirlo segui in diretta con MondoFOX la notte dei Golden Globe Awards 2020: tutti i vincitori, i discorsi di ringraziamento, le battute, le lacrime e le gaffe aggiornate in tempo reale.

Il premio Golden Globe Golden Globe Awards

0 commenti

Condividi

 [ore 05:10]

Con un certo margine d'anticipo sulla tabella di marcia, la serata si chiude con una grande sorpresa: il miglior film drammatico è 1917. Questo significa che Martin Scorsese e il suo imponente The Irishman torneranno a casa senza nemmeno un premio.  

Sam Mendes non può che ringraziare e utilizzare l'insperato spazio pubblicitario per esortare il pubblico a vedere il suo film su grande schermo, formato per cui è stato pensato e realizzato. 

 [ore 04:50] 

Il miglior film in campo comico è quello di Quentin Tarantino che, a sorpresa, rimane nelle retrovie, senza regalare un secondo discorso della serata, confermando la sua notoria imprevedibilità. Chi può rimproverarlo, dato che ha passato il tempo sul palco abbracciato alla sua attrice Margot Robbie? 

Quentin Tarantino ai Globes NBC
Quentin Tarantino è tra i vincitori morali della serata

Molto più verboso e anche un po' commosso Joaquin Phoenix, il miglior attore per un ruolo drammatico. Vincitore che ammette di non essere la persona più semplice con cui confrontarsi, tanto che si chiede stupito perché Todd Phillips l'abbia sopportato. Non perde l'occasione nel suo lunghissimo discorso di sottolineare anche l'ipocrisia dei suoi colleghi: d'accordo il voto, d'accordo gli incendi in Australia, ricorda, ma cerchiamo di cambiare le nostre stesse vite, evitando di prendere jet privati per andare a Palms Spring.

Joaquin Phoenix ai Golden GlobesNBC
Joaquin Phoenix confessa di non avere un bel carattere ai Golden Globes

Altro discorso infinito è quello di Renee Zellweger, annunciatissima vincitrice per la sua interpretazione per Judy. Al suo rientro Ricky Gervais sottolinea in maniera sgarbata l'attardarsi dell'attrice sul palco. 

[ore 04:30] 

Brad Pitt vince come miglior attore in C'era una volta a Hollywood, tributando omaggio alle leggende nella stessa categoria e invitando gli spettatori, se possiblle, ad essere gentil. Non perde poi occasione di scherzare con l'amico nel pubblico Leonardo DiCaprio.

Il collega non vincerà, perché comincia a sorpresa una parentesi tutta dedicata ai giovani: a spuntarla infatti come miglior attore protagonista è il trentenne (ed emozionatissimo) Taron Edgerton, l'interprete di Elton John in Rocketman. L'attore inglese ha ringraziato il marito di Elton John per avergli dato la possibilità di interpretare il suo amato. 

Brad Pitt ai Golden GlobesNBC
Brad Pitt ai Golden Globes scherza con Leonardo DiCaprio

Come protagonista in una commedia vince la youtuber divenuta attrice Awkwafina per The Farewell - Una bugia buona, alla sua prima nomination.

[ore 04:15] 

E chi se lo sarebbe aspettato? Michelle Williams, compostissima vincitrice come miglior protagonista in Fosse/Verdon, ricorda che è fortunata a vivere in un posto in cui può scrivere la sua vita. Vivo in una nazione, ricorda, in cui posso scegliere quando fare i figli e come, posso credere nel Dio che voglio. 

Noi donne siamo il corpo elettorale più numeroso nel paese. Andiamo a votare nel nostro interesse, così come hanno fatto gli uomini da sempre. C'è bisogno che questa nazionale somigli di più a noi.

Poco dopo Chernobyl vince come miglior miniserie TV. Segue un incrocio casuale: la compositrice islandese Hildur Guðnadóttir, che ha composto la colonna sonora della miniserie, sale sul palco come vincitrice per il suo lavoro in Joker. 

[ore 04:05]

Il miglior regista secondo i Golden Globe Awards quest'anno è Sam Mendes, regista di 1917. Un film che, non avendo ancora avuto una release internazionale, è ancora abbastanza misterioso per il pubblico. Il regista dedica il premio anche al nonno, che a soli 17 anni si trovò a combattere sul fronte della Prima guerra mondiale. Il regista fa un sottile affondo politico: 

Speriamo che non succeda mai più. 

Poi chiosa: io e tutti i registi che ci sono questa sala vivono all'ombra di Martin Scorsese, grandi favorito di categoria che non ha vinto. 

[ore 03:50]

Charlize Theron introduce il premio alla carriera per Tom Hanks raccomandando alla moglie dell'attore di emettere un mandato di restrizione: sin da giovane, rivela, ha una cotta per lui, sin da quando uno dei suoi beni più preziosi era una videocassetta di Splash - Una sirena a Manhattan. Poi aggiunge che i più giovani possono googlare cosa sia, una videocassetta. 

Tom Hanks ai Golden GlobesNBC
Tom Hanks è un po' brillo nel discorso di ringraziamento dei Golden Globes

Di tutti i presenti, sinceramente, chi può dire di avere un filmato riassuntivo di carriera che comprende Love Boat? Io! 

Poi accenna al motivetto della sigla e all'improvviso si commuove ringraziando la sua famiglia. Nel suo lunghissimo discorso trova anche il tempo di citare la regista Lina Wertmüller! 

[ore 03:40]

Meryl Streep non batte il record di vittorie di Barbra Streisand: a vincere nella categoria è Patricia Arquette per The Act. Senza togliersi i suoi occhiali da sole rosa, l'attrice è la prima a fare un discorso politico, andando dritta al punto e chiedendo di votare alle prossime presidenziali, tenendo a mente che l'Australia sta andando a fuoco il Presidente minaccia di bombardare oltre 50 siti in Iran. 

Olivia Colman è sorpresa dalla vittoriaNBC
Olivia Colman si fa cogliere di nuovo preparata

Olivia Colman vince di nuovo con The Crown e si fa di nuovo cogliere impreparata! Così mette insieme qualche parola di ringraziamento, salutando il cast "concorrente" di cui però fa parte di Fleabag e dicendo che si diverte genuinamente a vedere gli altri sul palco. Poi ammette che è da un anno che le sembra di vivere la vita di un'altra persona e che stasera le sembra di stringere le mani il premio di un'altra persona. 

[ore 03:30]

Dopo aver raccolto una standing ovation a inizio serata, Elton John porta a casa un Golden Globe per la sua canzone I’m Gonna Love Me Again, contenuta in Rocketman. Elton sale sul palco, inciampa per l'emozione e si dice commosso di poter condividere la vittoria con il suo amico di sempre Bernie Taupin. I due, pur scrivendo da quasi 50 anni canzoni insieme, non erano ancora riusciti a vincere nulla sullo stesso palco. 

[ore 03:20]

Si comincia con le categorie di peso del cinema. Laura Dern è la miglior attrice non protagonista di Storia di un matrimonio. Emozionata ma ironica, parla con grande pathos della categoria che questo film esalta...gli avvocati divorzisti! Prima di salire sul palco Scarlett Johansson la intercetta e la bacia con affetto. 

Phoebe Waller-Bridge e Andrew Scott si abbraccianoNBC
Phoebe Waller-Bridge e Andrew Scott si abbraccio mentre Fleabag continua a vincere

Segue il premio per la miglior commedia televisiva o musical: vince Fleabag e consolida l'impressione che la serie BBC e Amazon sarà una delle vincitrici più forti dell'intera premiazione. Phoebe Waller-Bridge presenta lo staff alle sue spalle dicendo che è la gang che ha creato lo show e poi butta lì, ridendo: 

Prima di girare questa serie ero una persona così sola. 

Non si lascia poi sfuggire l'occasione per fare una battuta su Barack Obama

Voglio proprio ringraziarlo per averci messo nella sua lista di preferiti...lui io ce l'ho sempre in mente 

Facendo riferimento a una scena molto famosa e ammiccante della prima stagione di Fleabag. 

[ore 03:00]

Billy Porter non porta a casa il tanto atteso premio per Poser: a trionfare come miglior attore in una serie drammatica è Brian Cox per il ruolo in Succession. L'attore si scusa con gli altri candidati, dicendo che aveva cominciato a recitare da bimbo senza mai ottenere premi. L'anno prossimo compirà 60 anni di carriera: mai gli era capitato di vincere e pensava che sarebbe stato così fino alla fine. 

Sono ancora un po' sotto shock, non so che dire.

Quentin Tarantino vince invece come miglior sceneggiatura e dice che ricevere dalle mani di Margot Robbie il premio è la ciliegina sulla torta. In chiusura di ringraziamenti saluta la moglie, annunciando che è a casa, incinta del loro primo figlio!

Missing Link vince un Golden GlobesNBC
Lo stupore dei realizzatori della LAIKA è davver genuino

Grande sorpresa nella categoria animazione: finalmente LAIKA, casa di animazione in stop motion creatrice di Coraline, riesce finalmente a battere i giganti Disney e Pixar. I creatori di Missing Link sono davvero scioccati e non sanno cosa dire, oltre a raccontare quanto sia impegnativo realizzare un film del genere.

[ore 02:45]

È il momento del premio alla carriera di Ellen DeGeneres, introdotta da un'emozionata Kate McKinnon che racconta di quando realizzò di essere lesbica, mentre sollevava pesi e guardava lo show di Ellen alla TV. La clip introduttiva ricorda i traguardi della comica e presentatrice, il suo impegno per la causa ambientalista e sociale ma soprattutto il suo coraggio di dichiararsi gay in un mondo che passò dall'amarla al disprezzarla. Senza farsi scoraggiare, è diventato un punto di riferimento con il suo talk show, andato in onda per decenni, mentre l'America cambiava atteggiamento verso l'omosessualità, anche grazie al suo esempio. 

Ellen DeGeneres e Kate McKinnon si abbracciano ai Golden Globes NBC
L'abbraccio commosso tra Ellen DeGeneres e Kate McKinnon

Nel suo discorso di ringraziamento, che ci regala il primo vero momento comico e brioso della serata, dichiara che tutti la conoscono, perché dopo essersi dichiarata gay con il suo talk show è stata soprattutto sé stessa davanti alle telecamere ed è per questo che ha creato il suo legame decennale con il pubblico. 

[ore 02:30]

L'inglese Phoebe Waller-Bridge non fa prigionieri: è lei la miglior attrice in una commedia per Fleabag. Ringrazia subito Andrew Scott, il suo "sexy prete" che ride tra gli invitati e ironizza: 

lui potrebbe avere chimica anche con un sassolino. 

Si ferma giusto in tempo per ringraziare Amazon e BBC prima di dire che il suo show è a basso budget e infilare una stringa di ringraziamenti con la velocità che le conosciamo. 

Nella categoria Miglior film straniero vince il super favorito Parasite. Bong Joon-ho sale sul palco con un interprete e ricorda ai presenti (e agli spettatori americani) che superando un ostacolo alto un centimetro chiamato sottotitolo (verso cui il pubblico americano è assai ritroso) si potrebbe aprire un mondo meraviglioso di cinema. 

[ore 02:20]

Sofia Vergara e Matt Boomer presentano (con qualche inciampo quando sbagliano a leggere il gobbo) la categoria Miglior attore non protagonista in una mini-serie o film per la televisione. Arriva il primo premio per l'acclamata Chernobyl, con la vittoria di Stellan Skarsgård. L'attore ironizza: ero così sicuro di non vincere che avevo già ringraziato tutti. 

Racconta poi un aneddoto: un amico gli aveva detto di aver visto un sacco di film che lo vedevano nel cast e di non riuscire mai riconoscerlo o ricordarlo. Secondo lui la colpa era delle sue sopracciglia rade, invisibili. Aggiunge:

Con Colin Farrell sai sempre se è arrabbiato o no, da un miglio di distanza. 

Per questo ruolo gli sono state disegnate delle sopracciglia importanti. Quindi, conclude silenziosamente alzando al cielo il suo premio e ringraziando.

Stellan Skarsgård ai Golden Globes NBC
Le sopracciglia pronunciate hanno protato fortuna a Stellan Skarsgård

Miglior serie drammatica invece va un po' a sorpresa a Succession, una serie che ha saputo crescere enormemente nella sua seconda stagione e che ha sbaragliato la concorrenza di The Crown e The Morning Show. 

[ore 02:10]

Jennifer Aniston e Reese Witherspoon presentano la categoria di miglior attore in una commedia o un musical. Vince un po' a sorpresa Ramy Youssef per Ramy, che ironizza dicendo "so che non avete visto il mio show" e ringrazia innanzitutto il suo Dio (l'interprete è musulmano), dopo le battute pungenti di Gervais in merito. Inoltre sottolinea che anche sua mamma non tifava per lui, bensì per Michael Douglas. 

Subito dopo Russell Crowe vince come miglior attore protagonista in una mini-serie o film per la televisione per il suo ruolo The Loudest Voice. L'attore però non è presente: si trova nella nativa Australia, per proteggere la sua famiglia. Jennifer Aniston legge un suo messaggio sulla drammatica situazione degli incendi in Australia, in cui l'attore esorta i colleghi e il mondo a agire contro il cambiamento climatico. La sua assenza è uno dei grandi messaggi politici di una serata che via via si fa più calda. 

[ore 02:00]

Si comincia con Ricky Gervais che introduce il suo monologo dicendo: 

Ricordatevi, sono solo battute. Moriremo tutti e non ci sarà un sequel.

Con sul leggio un birra e un intercalare continuo di "non mi importa, tanto è l'ultima volta che conduco lo show" infila una serie di battute sferzanti su un po' di tutto: pedofilia, Netflix, razzismo, ignoranza tra gli attori, interpreti sotto steroidi. Il problema non è tanto la scorrettezza di quanto dice, piuttosto la trascuratezza con cui ha mischiato appunti ficcanti e bordate gratuite e non così brillanti. Un po' buttato via, tra poche risate e molte facce disgustate nel pubblico. 

La sintesi perfetta è l'espressione stizzita di Tom Hanks, che diventa subito virale: 

Tom Hanks non è contentoNBC
L'espresione di Tom Hanks diventa subito virale sui social

[ore 01:00]

Comincia il red carpet! I protagonisti della serata, i presentatori dei premi e le celebrities affollano il red carpet...e i social! Tra gli scatti più belli, come non citare questo selfie delle protagoniste di Ritratto di una giovane in fiamme insieme alla regista Céline Sciamma in ascensore? 

View this post on Instagram

🔥 Golden Globes 🔥

A post shared by Noémie Merlant (@noemiemerlant) on

Stanotte, tra il 5 e il 6 gennaio 2020, si apre ufficialmente la stagione dei primi cinematografici statunitensi. Mentre la Befana porterà dolcetti e carbone, le star di Hollywood riceveranno i tanto agognati Golden Globe Awards, i globi d'oro assegnati dall'Associazione della Stampa Estera a Los Angeles. Con i loro verdetti in campo televisivo e cinematografico, cominceremo a capire quali saranno i grandi vincitori dell'annata cinematografica appena conclusa e chi avrà serie chance di vincere un Oscar tra poco più di un mese. 

In attesa dell'inizio del red carpet (che si aprirà all'una di notte), ripassiamo un po' i fondamentali: 

Come, dove e quando vedere i Golden Globe Awards 2020

L'appuntamento è per la tarda nottata: la cerimonia comincerà alle 2 di notte ora italiana, preceduta di un'ora dal red carpet. La cerimonia sarà presentata dall'inglese Ricky Gervais, che ha già condotto quattro delle edizioni precedenti quella di stasera, la numero 77. Ha promesso che sarà l'ultima volta e che quindi terrà la lingua freno meno del solito, irridendo i presenti. Preparatevi una bella caraffa di caffè: la diretta proseguirà fino alle 05:30 ore italiane. 

Brutte notizie per quanti non sono abbonati a Sky: ad avere i diritti esclusivi di trasmissione infatti è proprio il colosso della pay per view. La cerimonia verrà trasmessa in diretta su Sky Atlantic (canali 110) e sul canale di Sky Tg 24 (canali 100 e 500) a partire dall'una con il red carpet, preceduto da una programmazione dedicata e dal commento degli ospiti in studio. Gli abbonati potranno usufruire della diretta streaming su SkyGo.

Per quanti non hanno un abbonamento Sky, sarà possibile vedere in diretta Facebook il red carpet della cerimonia, sulla pagina ufficiale dei Golden Globe Awards

Buona notte dei Golden Globe Awards a tutti!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.