FOX

Star Wars, i nuovi film potrebbero essere ambientati durante l'Alta Repubblica

di - | aggiornato

Una nuova Era potrebbe essere raccontata nel futuro di Star Wars, ben 400 anni prima di Episodio I.

Yoda con la spada laser verde Lucasfilm

0 commenti

Condividi

Ora che la saga degli Skywalker si è conclusa (l'ultimo capitolo è attualmente nelle sale italiane), si pensa ai prossimi progetti legati alla galassia creata da George Lucas negli anni '70.

Ciò che si sa sui film futuri è che il primo progetto della nuova Era cinematografica di Guerre Stellari sarà nei cinema americani dal 16 dicembre 2022, che Rian Johnson (regista di Star Wars: Gli ultimi Jedi) sarebbe a lavoro su nuovi lungometraggi e che l'attuale presidente Marvel Studios, Kevin Feige, lavorerà a un film del franchise appartenente a Lucasfilm.

Nessuno degli addetti ai lavori ha però accennato a una nuova possibile ambientazione e/o trama. Dato che le tre trilogie che compongono la saga degli Skywalker sono ambientate nei periodi che narrano della nascita dell'Impero Galattico e della Ribellione fino al Primo Ordine, bisogna trovare nuove ambientazioni slegate da queste.

Secondo il sito americano Making Star Wars, i prossimi film di Star Wars saranno ambientati durante l'Alta Repubblica, ovvero 400 anni prima dei fatti narrati in Star Wars: La minaccia fantasma (in linea cronologica si tratta del primo film della saga).

È bene precisare che si tratta di una voce non confermata ma che, qualora lo fosse, porterebbe la storia di Star Wars in un periodo sconosciuto ai fan cinematografici, nel quale viene instaurata la famosa Regola del Due da Darth Bane e Yoda è "solo" un Jedi e non ancora il saggio ultracentenario che si conosce. 

Per chi non lo sapesse, la Regola del Due impone che nella Galassia ci siano al massimo due Sith, un maestro e un apprendista, uno che incarna il potere e l'altro che lo brama. Della regola si fa menzione proprio in Star Wars: La minaccia fantasma. Potete vedere qui sotto Yoda mentre ne parla a Mace Windu (Samuel L. Jackson):

Yoda protagonista

L'idea di Yoda protagonista sembra un ottimo punto di partenza per una nuova Era di Star Wars, poiché si è sempre voluto sapere di più del saggio maestro Jedi. Inoltre la sua presenza permetterebbe di fondere il cuore storico di Guerre Stellari (è uno dei personaggi più amati) con nuove ambientazioni e nuovi personaggi.

Questo potrebbe "attutire" la transazione dal vecchio al nuovo, sia per quanto riguarda il tipo di narrazione, sia per quanto riguarda l'abbandono degli Skywalker.

Inoltre, è da considerare che su questa decisione potrebbe aver pesato il successo di un personaggio come Baby Yoda (nome dato dai fan anche se la creatura non ha legami di parentela con Yoda), protagonista nella serie TV live-action The Mandalorian, e che la nuova serie di film potrebbe mostrare di più sulla specie di Yoda, poco approfondita al cinema.

Un'altra importante informazione della fonte di cui sopra (non ancora confermata ufficialmente) è che Lucasfilm non strutturerà più i suoi film in trilogie ma in serie (probabilmente con lo stesso stile del Marvel Cinematic Universe).

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.