C'è ancora spazio per gli smartphone con batterie removibili, ecco il Samsung Galaxy XCover Pro

di - | aggiornato

Nella scheda tecnica del Galaxy XCover Pro spicca la voce 'batteria removibile'. Incredibile, ma vero. Attesi per febbraio i nuovi smartphone della linea Galaxy S e il successore del Galaxy Fold. Svelati i nomi.

Il logo dell'evento Unpacked 2020 di Samsung Samsung

0 commenti

Condividi

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

Bei tempi quelli in cui la batteria di cellulari prima e smartphone poi poteva essere facilmente sostituita sollevando la scocca posteriore (solitamente in policarbonato). Oggi il procedimento è molto più articolato, bisogna infatti affidarsi alle aziende produttrici o a tecnici specializzati di terze parti, ma non tutto è perduto. Con un colpo di scena - e lo è, considerate le tendenze degli ultimi anni - uno dei primi smartphone di Samsung di questo 2020 ci riporta indietro di qualche anno.

Trovare oggi nei negozi fisici e/o digitali uno smartphone con batteria removibile è praticamente una missione impossibile. O forse no? Il gigante sud-coreano ha un po' in sordina presentato il Galaxy XCover Pro, un dispositivo appartenente alla categoria 'rugged' resistente agli urti, impermeabile (certificazione IP68) e - appunto - con batteria da 4.050mAh removibile.

Immagine stampa del Samsung Galaxy XCover ProHDSamsung
Batteria removibile per il Samsung Galaxy XCover Pro

Il Galaxy XCover Pro ha un display Infinity-O FHD+ con diagonale da 6.3 pollici, 4GB di RAM, 64GB di memoria interna espandibile con microSD, un processore Exynos 9611, una fotocamera principale da 25MP abbinata ad una grandangolare da 8MP, una fotocamera anteriore da 13MP ed è munito di un pulsante laterale che integra un sensore per il riconoscimento dell'impronta digitale.

Il dispositivo sembra sia destinato esclusivamente al mercato finlandese, dove sarà disponibile da febbraio al costo di 499 euro.

Il futuro della linea Galaxy S

Quelli presentati al CES 2020 di Las Vegas ritraggono il presente di Samsung nel mercato degli smartphone, ma il colosso di Seoul sta preparando il terreno per il lancio dell'attesa nuova generazione di dispositivi della linea Galaxy S.

L'evento di presentazione dei nuovi smartphone sappiamo con certezza che si terrà l'11 febbraio 2020, ciò che invece stupisce è un'indiscrezione lanciata dal sito Ajunews. Stando a quanto riportato dal sito d'informazione asiatico, Samsung presenterà quattro smartphone che dovrebbero chiamarsi S20, S20 Plus, S20 Ultra e Bloom. Una nomenclatura certamente inaspettata, che rompe la tradizione numerica seguita fino al Galaxy S10.

Galaxy Bloom dovrebbe essere il nome del successore del Galaxy Fold, il primo dispositivo pieghevole targato Samsung. Per il design a conchiglia (facile tracciare un parallelismo con l'ultimo Motorola Razr) pare che l'azienda si sia ispirata ad un prodotto di Lancôme, famosa casa cosmetica francese. Sarà davvero così? Nel frattempo, possiamo dare una sguardo al dispositivo in una foto per la stampa (seppur di scarsa qualità).

Cosa ne pensate della scelta di Samsung per i nomi dei prossimi smartphone della linea Galaxy S?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.