FOX

Il primo progetto di Robert Downey Jr. post-Iron Man potrebbe perdere 100 milioni di dollari

di - | aggiornato

Dolittle, il primo film con Robert Downey Jr. dopo il successo di Avengers: Endgame, potrebbe rivelarsi un flop con una perdita di 100 milioni di dollari al box-office. Ecco perché.

0 commenti

Condividi

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

Per Robert Downey Jr. non ci sarà a breve un altro successo come Avengers: Endgame, che lo ha visto (ancora una volta) nei panni di Tony Stark, alias Iron Man.

L'ultima pellicola dell'affascinante attore newyorkese, Dolittle, rischia di confermarsi un autentico flop al botteghino statunitense e mondiale. Ma procediamo con ordine.

Universal Pictures ha investito molto, sia in termini di budget che di promozione in Dolittle, pellicola ispirata a John Dolittle, il protagonista della serie di romanzi dello scrittore Hugh Lofting. Il film, uscito negli USA il 17 gennaio 2020, ha riscosso (al momento in cui scriviamo) poco più di 56 milioni di dollari in tutto il mondo di incasso (30 nel primo weekend di programmazione negli USA). Sulla base di un budget di produzione dichiarato di ben 175 milioni di dollari, esperti analisti cinematografici hanno dichiarato di prevedere una perdita di circa 100 milioni di dollari per il progetto che vede appunto Robert Downey Jr. nella sua prima apparizione cinematografica dopo Avengers: Endgame.

Se ciò accadesse, Dolittle sarebbe capace di generare una perdita ancora più grande dell'altro film-flop di Universal uscito a dicembre 2019, Cats, che ha incassato circa 60 milioni di dollari a livello globale a fronte di un budget di produzione di 90-95 milioni.

C'è ancora una piccola possibilità che Dolittle possa trovare un'ancora di salvataggio all'estero. Il film non è ancora uscito in oltre 20 mercati. In particolare, Dolittle debutterà Francia e Regno Unito nella prima settimana di febbraio e in Cina il 21 febbraio. In Italia la pellicola arriverà, invece, nelle sale il 30 gennaio 2020. 

Alcuni analisti cinematografici ritengono che possa essere il mercato cinese ad offrire a Dolittle una discreta possibilità di "ribaltare i calcoli" e assicurarsi un discreto margine di guadagno negli incassi rispetto all'ingente budget di produzione.

Robert Downey Jr.HDGetty Images
Robert Downey Jr. Dal grande successo di Avengers: Endgame al flop di Dolittle?

Per sperare, però, Dolittle dovrà anche superare le recensioni negative, poiché se il pubblico ha assegnato al film un punteggio di gradimento (nel momento in cui scriviamo) del 76% su Rotten Tomatoes (noto sito aggregatore di recensioni cinematografiche), la critica cinematografica ha stroncato la pellicola in più punti. I punti comuni nelle recensioni negative includono il lavoro della CGI (computer-generated imagery per realizzare effetti speciali) sugli animali del film, così come una sceneggiatura più focalizzata sul far ridere i bambini che sulla storia in sé e per sé. 

Non resta che augurare a Dolittle lo stesso successo che riscosse, nel 1967, Il favoloso Dottor Dolittle, tra gli adattamenti cinematografici più famosi dei romanzi di Lofting. Quella pellicola venne accolta negativamente dalla critica ma, grazie ad un sapiente lavoro di marketing da parte della sua casa di produzione, riuscì ad essere candidata all'Oscar come miglior film e a vincere due premi per i migliori effetti speciali e la miglior canzone.

Che anche il Dolittle di Robert Downey Jr. sia destinato a diventare in realtà un grande successo? Ai posteri l'ardua sentenza.

Via: Yahoo

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.