FOX

Maldamore: il finale del film con Luca Zingaretti, spiegato

di -

Due donne scoprono il tradimento dei rispettivi mariti intercettando una loro conversazione privata, in cui confessano l'uno all'altro la propria infedeltà. Ecco la trama e il finale di Maldamore.

Maldamore: i protagonisti maschili Bolero Film

0 commenti

Condividi

DisneyPlus in offerta a tempo limitato per 1 anno a 59,99 euro. Offerta valida sino al 23 marzo 2020.

Maldamore è una piacevole commedia sentimentale del 2014 scritta e diretta da Angelo Longoni (Uomini senza Donne) che vede protagonisti attori del calibro di Luca Zingaretti, Ambra Angiolini, Alessio Boni e Luisa Ranieri. 

La storia ruota attorno a due coppie, ognuna alle prese con problematiche quotidiane diverse, che scoppiano quando le mogli scoprono il tradimento dei rispettivi mariti e decidono di vendicarsi ripagandoli con la loro stessa moneta. 

Nel cast, oltre ai quattro protagonisti, troviamo anche Ettore Bassi, Maria Grazia Cucinotta, Claudia Gerini, Miriam Dalmazio, Adolfo Margiotta e Eugenio Franceschini. Maldamore ha ottenuto un buon successo di critica conquistando diversi riconoscimenti tra cui un Nastro d'Argento speciale (Premio Cusumano alla commedia), assegnato a Claudia Gerini.

La trama 

Paolo (Alessio Boni) è un musicista ed è sposato da diversi anni con Sandra (Luisa Ranieri) ma la coppia sta attraversando un periodo di crisi a causa delle difficoltà a concepire un figlio. La sorella di Paolo, Veronica (Ambra Angiolini) è invece sposata con Marco (Luca Zingaretti), con il quale ha una figlia di 6 anni, ed è alla ricerca di un posto di lavoro. 

Una sera le due coppie si ritrovano per una cena. Tutto sembra trascorrere in tranquillità fino a quando Marco, mentre si trova con Paolo sul terrazzo, confessa a suo cognato di avere una relazione con una donna molto più giovane di lui. A sua volta Paolo rivela di aver tradito sua moglie durante un viaggio di lavoro.

Quello che però i due uomini non sanno è che le rispettivi mogli stanno ascoltando la loro conversazione grazie all'interfono per bambini, lasciato inconsapevolmente acceso e collegato con quello del salotto dove si trovano Sandra e Veronica. La rottura sembra davvero inevitabile e le due coppie, tra imbarazzanti equivoci e momenti di riflessione, saranno costrette ad affrontare i loro problemi per decidere se i loro matrimoni meritano di essere salvati nonostante le menzogne o se è meglio mettere la parola fine. 

Il finale e la spiegazione

Maldamore è una commedia che racconta amore e tradimenti di due coppie che solo all'apparenza vivono relazioni serene. Ma come spesso accade anche nella realtà, i tradimenti prima o poi finiscono per essere scoperti ed è quello che accade ai quattro protagonisti del film.

Il regista Angelo Longoni ha scelto di mostrarci due tipologie di traditori: quelli che sanno di aver commesso un errore, spinti magari da problemi con il partner, e quelli che invece sono recidivi e non hanno alcuna intenzione di cambiare. Il personaggio interpretato da Alessio Boni appartiene alla prima categoria e nel finale del film, durante il battesimo di suo figlio, lo vediamo discutere con suo cognato che, nonostante sua moglie abbia scoperto il suo tradimento, non vuole rinunciare alle sue scappatelle extraconiugali. 

E, per assurdo, alla fine però sarà proprio il pentito Paolo (Alessio Boni) ad essere vittima della vendetta di sua moglie, che decide di tradirlo a sua volta e glielo confessa. L'uomo ne resta sconvolto ed è qui che il regista ha voluto mostrarci un difetto molto italiano: quello di usare due pesi e due misure per giudicare una stessa situazione negativa come il tradimento. Spesso infatti quando siamo noi a far del male, sembra quasi non interessarci, mentre se siamo noi le vittime, il torto subito diventa inaccettabile. 

La pellicola di Angelo Longoni ci fa riflettere sui rapporti di coppia e sulle crisi coniugali, analizzando ogni dinamica e arrivando alla conclusione che il tempo, spesso nemico dell'amore e della passione, ci aiuta ad affrontare i problemi con una maggiore maturità e comprensione. Ed è questo che alle fine comprenderanno tutti i protagonisti di Maldamore. 

E voi cosa ne pensate? Vi è piaciuta la commedia con Luca Zingaretti?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.