FOX

Hunters: la caccia ai nazisti secondo Amazon (e Al Pacino)

di - | aggiornato

Arriva l’attesa serie Amazon con Al Pacino protagonista insieme a Logan Lerman, in una caccia ai nazisti nella New York degli anni ’70.

Al Pacino in Hunters la serie tv disponibile su Amazon Prime Video Amazon Studios

0 commenti

Condividi

Quando si parla di caccia ai nazisti non può non venire in mente uno delle migliori opere cinematografiche di Quentin Tarantino, Bastardi senza gloria. Nella comunione d’intenti (quella di dare la caccia al nazismo e ai nazisti, senza esclusione di colpi) la nuova serie TV Amazon (disponibile dal 21 febbraio nella sua interezza) Hunters si avvicina molto al film di Tarantino.

Tarantino docet 

Ambientata non nella Germania nazista ma nella New York del 1977 la serie prosegue idealmente il destino dei protagonisti dell’opera di Tarantino, ma il paragone lì finisce, salvo una costante strizzata d’occhio alle tecniche di narrazione del regista e all’accostamento con un’iconografia fumettistica che riflette le aspettative del protagonista del film, Logan Lerman.

Riferimenti Nerd e alla Pop Culture

Adolescente cresciuto dalla nonna materna in una Brooklyn segregata e violenta (lontana dall’iconico quartiere hipster che conosciamo oggi) Jonah Heidelbaum (Logan Lerman) è un nerd in un mondo in cui i nerd non erano ancora considerati fighi (come oggi) ma semplici sfigati, per questo viene preso di mira dallo spacciatore di zona subito dopo l’aver assistito in sala a quello che ai tempi era solo Star Wars, e che oggi è conosciuto come Star Wars: Episodio IV - Una Nuova Speranza. 

Interessante come sin dalle prime scene la serie porti lo spettatore a ragionare su due aspetti fondamentali dello show: il primo è che in un mondo che ti lascia allo sbando anche gli agnelli si trasformano in lupi, e il secondo è ragionare invece dalla prospettiva dei lupi, difficilmente visione trattata nella serialità televisiva.

La guerra finisce solo per i morti

Hunters è cruda, quasi brutale, ma come può non esserlo uno show che racconta il passato affinché non possa più essere dimenticato? I Nazisti fanno paura, sono spietati e senza scrupoli e c’è chi reagisce a quella brutalità. Gli Hunters, i cacciatori capitanati da Meyer Offerman (Al Pacino)  hanno scoperto che centinaia di ufficiali nazisti di alto rango si nascondono tra le persone comuni, cospirando per creare il quarto Reich negli Stati Uniti. Tra di loro molti sono superstiti dello sterminio nei campi di concentramento, e decidono di fare qualcosa per fermarli definitivamente.

Uno scontro in cui Jonah si ritrova in mezzo. Da una parte la sete di vendetta, l’altra lo scontro morale di chi è nato e cresciuto in America, di chi crede ancora nella giustizia e nella capacità delle forze dell’ordine di poter eliminare una minaccia, che però si dimostra già troppo radicata.

Hunters - Greg Austin HDAmazon Studios
Hunters - Greg Austin nei panni del nazista Travis Leich

Il punto di vista del nemico

Altro aspetto interessante della serie prodotta da Amazon Studios, Monkeypaw Productions di Jordan Peele e da Sonar Entertainment, creata da David Weil che ha partecipato anche come produttore esecutivo e come co-showrunner al fianco di Nikki Toscano, è il punto di vista del nemico.

Come la sigla dello show mostra bene, questo scontro è come una partita a scacchi, con pedoni, alfieri, Re e Regine. Una battaglia che mostra anche il lato oscuro, che paragona sottilmente i nazisti allo scontro fra Jedi e Sith, che prova a indagare le ragioni di una guerra inconcepibile. Il tutto affidato alla maestria di un attore come Al Pacino, sostenuto da un incredibile Logan Lerman (cresciuto drasticamente dai tempi di Percy Jackson).

Hunters - Logan LermanHDAmazon Studios
Hunters - Logan Lerman nei panni di Jonah Heidelbaum

Hunters con queste premesse promette di essere indimenticabile.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.