FOX

L'amica geniale: i libri della quadrilogia di Elena Ferrante

di - | aggiornato

La storia di Elena e Lila parte negli anni '50, quand'erano a malapena due bambine, e si conclude negli anni 2000, due adulte con tanti bagagli di vita da trascinarsi dietro.

L'amica geniale, primo libro dell'omonima quadrilogia E/O

0 commenti

Condividi

Elena Ferrante ha conquistato tutto il mondo con Lila e Lenù, due personaggi forti, diversi eppure complementari che hanno saputo raccontare la crudeltà della vita con gli occhi dell'amicizia. Mentre la serie televisiva sta spopolando non soltanto in Italia ma anche nel resto del mondo, è bene ricordare che la storia de L'amica geniale è nata sui fogli di carta, dalla penna di Elena Ferrante.

La misteriosa autrice ha dato vita a una storia appassionante, travolgente, il cui punto di forza non è soltanto l'amicizia tra due donne, ma il modo in cui affrontano le verità della vita ritrovandosi sempre. 

Partendo dagli anni '50 per arrivare al primo decennio del 2000, Elena Ferrante racconta quella che potremmo in realtà definire una storia senza tempo. Come hanno spesso raccontato le attrici della serie TV, Gaia Girace e Margherita Mazzucco, il pregio di questa storia è non avere alcun limite temporale, perché chiunque nella vita si è ritrovato, almeno una volta, nei panni di Elena e Lila.

La saga de L'amica geniale è composta da quattro romanzi: vediamoli insieme in ordine cronologico. 

  1. L'amica geniale
  2. Storia del nuovo cognome
  3. Storia di chi fugge e di chi resta
  4. Storia della bambina perduta

L'amica geniale

Era il 2011 ed Elena Ferrante arrivava in libreria con il primo di quattro capolavori. Il primo volume s'intitola semplicemente L'amica geniale (conosciuto nel contesto internazionale come My Brilliant Friend) e introduce i personaggi di Elena e Lila, due donne dai trascorsi difficili. Il primo romanzo vede Elena, ormai anziana, imbattersi nell'ennesima trappola di Lila. Suo figlio, Rino, la chiama per informarla che Lila è scappata senza lasciare traccia.

Elena, nuovamente intrappolata nel turbine di drammi dell'amica d'infanzia, allora decide di tornare indietro nel tempo e d'imprimere su carta la storia di Elena e Lila, di quando da piccole sognavano leggendo semplicemente Piccole Donne e speravano di poter vivere grandi avventure, come i personaggi della Alcott. 

Lila ed Elena che spiano da una fessura della portaE/O
L'amica geniale, il primo volume della saga

Purtroppo, la vita è stata molto crudele con loro due. Crescendo, Elena e Lila hanno imparato a proprie spese il costo dei sogni. Mentre Elena cerca di crearsi un futuro con lo studio, Lila vuole diventare donna in fretta senza comprenderne bene le regole. 

Sullo sfondo di una Napoli del dopoguerra, Lila ed Elena sembrano essere in costante lotta l'una con l'altra. Mentre Lila è d'animo competitivo, ribelle, sempre pronta a fare lo sgambetto al prossimo, Elena è riflessiva, taciturna eppure tanto sognatrice da tenere per sé la cotta per l'irriverente Nino Sarratore. Nel primo libro della Ferrante, Elena e Lila ancora non sanno che l'amore sarà il martello che le distruggerà e il collante che, a lungo andare, le riunirà.


L'amica geniale, Storia del nuovo cognome

Nel secondo volume de L'amica geniale, intitolato Storia del nuovo cognome, arriviamo in una fase delicata della vita di Elena e Lila. Ormai sposata, Lila non è più Cerullo, è diventata la signora Carracci. La fantasia di un amore puro, lontano dalle ombre del rione e della sua famiglia, scompare nel momento in cui Lila comprende che suo marito le ha mentito, che è come tutti gli altri e che, di lui, non può fidarsi. 

Una coppia di spalle che si abbracciaE/O
L'amica geniale: Storia del nuovo cognome, il secondo volume

Con il matrimonio, Lila cancella la tappa dell'adolescenza diventando donna troppo presto. E, di conseguenza, commetterà un errore che Elena riterrà imperdonabile. La vacanza a Ischia, per le ragazze, porterà a galla un'amara verità e sarà Elena a capire che di Lila, in realtà, non può fidarsi. 

Mentre Lila cerca di comprendere le sfumature dell'amore e di scappare dalla sua prigione dorata, Elena comprende che il rione è un mondo troppo piccolo per entrambe, vuole fuggire lontano e diventare qualcuno senza essere seguita dall'ombra di Lila.


L'amica geniale, Storia di chi fugge e di chi resta

E, con il terzo volume, Elena riesce a fuggire. Si rintana a Pisa, dove studia e scopre la forza del cuore: s'imbatte in un amore carnale, poi mentale quando incontra Pietro Ariota, latinista prossimo alla laurea, figlio di buona famiglia il cui cognome potrebbe aprirle tante porte. Non a caso, Elena inizia così a scrivere, pubblica il suo primo romanzo e ottiene un discreto successo, ma è nelle sue storie che spunta fuori sempre il ricordo di Lila. Nonostante la distanza geografica, Elena capisce di non poter vivere in un mondo in cui Lila non è presente, il suo giudizio è indispensabile per un'anima così insicura come la sua. 

Una donna in riva al mare con una bambina in braccioE/O
L'amica geniale: Storia di chi fugge e di chi resta, il terzo volume

Ma Lila è entrata in un tunnel oscuro: ha avuto un figlio, Rino, ma ha lasciato Stefano dopo l'avventura sentimentale con Sarratore. Per ottenere un'indipendenza economica, Lila ha iniziato a lavorare come operaia, ma le condizioni in fabbrica sono pessime. Siamo nel cuore degli anni '70, le donne lottano per i propri diritti e Lila è schierata in prima linea.

Le protagoniste affrontano due mondi diversi, agli antipodi, eppure riescono a ritrovarsi, unite da un legame fortissimo che, nonostante le difficoltà, non si spezza. 


L'amica geniale, Storia della bambina perduta

Nel quarto e ultimo volume della saga de L'amica geniale, intitolato Storia della bambina perduta, siamo arrivati alla conclusione di una storia travagliata e che rispecchia il ritmo fino alle ultime pagine. 

Lila ed Elena sono ormai adulte con due bagagli pesanti sulle spalle. Elena ha sposato Pietro, ma il suo era un matrimonio infelice, ancora imprigionata nell'amore adolescenziale per Nino Sarratore che le è costato poi il divorzio. Lasciato Pietro, e ormai mamma di due bambine, Elena così torna a Napoli e s'illude di poter vivere per sempre felice e contenta con Nino. Ma Nino, a sua volta, è sposato e ha un figlio e non sembra avere alcuna intenzione di sposarla tanto presto. 

Due bambine sedute a guardare il mare di Napoli con le ali da farfalla sulle spalleE/O
L'amica geniale: Storia della bambina perduta, il quarto e ultimo volume

Lila, in compenso, non ha mai lasciato Napoli, ma la sua carriera ha conosciuto un'impennata inaspettata grazie a Enzo, che ha cercato di essere il suo punto saldo dopo la separazione con Stefano, l'ha accolta in casa sua e l'ha aiutata. Insieme, hanno poi fondato un'azienda informatica dove Lila ha potuto dimostrare ancora una volta le risorse infinite del proprio intelletto. 

Lila ed Elena continuano a respingersi e a ritrovarsi, due donne che si invidiano e si ammirano, si odiano e si amano, amiche e nemiche per tutta la vita, costantemente in difficoltà quando si tratta della verità nuda e cruda. 

Mentre la storia dell'Italia diventa sempre più tormentata e vicina alla nostra attualità, Lila ed Elena devono affrontare nuove prove. Nell'ultimo romanzo, Elena Ferrante decide di regalare a Lila un altro pugnale nella schiena. Sarà quello fatale?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.