FOX

Nintendo regala un nuovo Game Boy a un'anziana cliente di 95 anni

di - | aggiornato

Il servizio clienti di Nintendo ha regalato un nuovo Game Boy a una signora di 95 anni che aveva rotto il suo vecchio modello.

Game Boy originale Nintendo

0 commenti

Condividi

La fama del servizio clienti di Nintendo è da sempre molto apprezzata per la tempestività nelle risposte e la cura che pongono nel riparare accessori o console non più funzionanti. La storia che vi stiamo per raccontare va però ben oltre la semplice professionalità.

Sul giornale giapponese Asahi Shimbun, uno dei quotidiani nazionali più importanti del paese nipponico, è stata condivisa una storia davvero speciale, inviata tramite una lettera da Kuniko Tsusaka, la figlia di 70 anni di una signora che amava molto giocare con il suo Game Boy. La signora di 95 anni adorava giocare a Tetris, ma la console portatile smise di funzionare proprio quando la donna si ammalò. Il Game Boy originale non è più in produzione dal 2003, dunque era impossibile trovarne uno nuovo nei negozi, anche i tentativi di ripararlo si rivelarono poco fruttuosi.

Nintendo Game BoyHDNintendo

Il nipote della donna (e il figlio di Tsusaka), disse allora a sua nonna di contattare il servizio clienti di Nintendo, dato che è sempre stato famoso per il suo eccellente lavoro. La donna allora spedì una lettera scritta a mano alla sede di Kyoto della famosa azienda insieme al suo Game Boy rotto. Una settimana dopo il servizio clienti di Nintendo rispose confermando che era ormai impossibile riparare il suo Game Boy perché anche l’azienda non aveva più i pezzi per aggiustarlo. Con la lettera di risposta però vi era incluso un nuovo Game Boy che l’azienda aveva recuperato dal suo magazzino. Nintendo augurò alla donna di poter giocare ancora molti anni a Tetris.

La madre di Tsukasa fu in grado di godersi Tetris per almeno altri quattro anni, dato che morì poi all’età di 99 anni. Una storia molto bella che dimostra come lo spirito di Nintendo, basato sul continuare a divertire e sorprendere i propri giocatori, sia sempre presente ancora oggi dopo oltre un secolo dalla nascita dell’azienda, che in origine era nata come produttrice di carte da gioco.

La storia è stata poi presa e condivisa su Twitter dall’utente giapponese SITM_K e ben presto è diventata conosciuta in tutto il web ottenendo 195 mila mi piace e 66 mila retweet. Una favola moderna che dimostra come la passione per i videogiochi non abbia età.

Cosa ne pensate di questa storia a lieto fine con protagonista Nintendo e un vecchio Game Boy, anche voi avete avuto esperienze positive legate al servizio clienti della compagnia?

Fonte: Soranews24

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.