FOX  

La vita dopo The Walking Dead: Danai Gurira si racconta a tutto tondo

di - | aggiornato

Danai Gurira come non l'avete mai vista: l'attrice si racconta a un passo dall'uscita di Michonne, il suo personaggio in The Walking Dead, dalla serie che l'ha resa celebre.

0 commenti

Condividi

Fin dallo scorso luglio, quando aveva confermato al Comic-Con la sua uscita dal cast di The Walking Dead, Danai Gurira non aveva nascosto di essere molto legata a Michonne ma anche pronta a guardare avanti.

Il ruolo di Okoye in Black Panther e nella saga degli Avengers le ha spalancato le porte del cinema e ora, l'attrice quarantaduenne originaria dell'Iowa ha le idee chiare.

Sappiamo che Michonne potrebbe riunirsi a Rick nei film sul personaggio di Andrew Lincoln, ma anche che nel servizio realizzato in esclusiva per EW ha raccontato quale sia stata la determinante per la scelta di ogni ruolo, inclusa la scelta di lasciare The Walking Dead nel corso della decima stagione, in prima assoluta ogni lunedì su FOX.

Danai Gurira non ha mai capito come mai le donne africane non siano abbastanza rappresentate da cinema e TV, insieme alla loro forza e alla loro fierezza. Per questo, ha sempre vagliato con grande attenzione ogni ruolo affinché potesse essere in sintonia con la sua visione dle mondo.

Come la miniserie in 10 episodi tratto da Americanah, il romanzo di Chimamanda Ngozi Adichie che racconta la vita di Ifemelu, une donna nigeriana che emigra negli USA per studiare a Princeton. La sua vita viene analizzata sia in Nigeria che negli USA, e Danai Gurira - nata e cresciuta in Iowa per poi trasferirsi nello Zimbabwe, è la persona perfetta per firmare l'adattamento.

Non è cosa da poco prendere un romanzo di 600 pagine e portarlo alla ribalta come una serie televisivo. Ma mi sono resa conto che se non l'avessi fatto, non avrei mai perdonato me stessa. Accettarlo richiederà tutto ciò che ho [...] Sono un'appassionata di televisione. Guardo molte cose. Ho visto come la televisione si è evoluta negli ultimi due decenni. La grande televisione mi emoziona davvero".

Scott M. Gimple, supervisore dei contenuti di tutto il franchise di The Walking Dead, è il mentore di Danai Gurira. E crede fermamente che, avendo iniziato come attrice, dietro le quinte sarà perfetta:

L'arma segreta di Danai è in realtà che è stata dall'altra parte. Questo la renderà una showrunner di un talento unico, grazie al modo in cui potrebbe lavorare con gli attori. Saprà cosa stanno pensando, saprà che tipo di cose stanno attraversando e questo è un vantaggio per molti showrunner. Ha questa superpotenza in tasca, essenzialmente.

Le riprese di Americanah si terranno nella tarda primavera fra la Nigeria, Londra e gli Stati Uniti: la vita di Danai Gurira dopo The Walking Dead sarà, in qualche modo, influenzata dalla sua esperienza sul set della serie tratta dal fumetto di Robert Kirkman.

Il suo ultimo episodio è già stato girato e a Danai Gurira è costato molto lasciare la grande famiglia di The Walking Dead. 

Allo stesso tempo, però, è emozionata all'idea delle nuove avventure che la aspettano. E noi, che abbiamo imparato ad amarla, con lei...

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.