FOX

Succede davvero: l'esercito USA ha chiamato un carro armato 'Baby Yoda'

di - | aggiornato

La terza divisione di fanteria dell'U.S. Army si prepara alle manovre di Defender Europe 20 sperando nella Forza del Bambino di The Mandalorian...

Il Bambino in una scena del secondo episodio di The Mandalorian Disney / Lucasfilm

0 commenti

Condividi

Incredibile ma vero: il Bambino di The Mandalorian, il fenomeno virale della prima serie TV live-action di Star Wars noto con il nomignolo di Baby Yoda, ha ispirato persino l'esercito statunitense.

L'account Twitter ufficiale dell'U.S. Army ha postato sui social una foto che testimonia questa singolare decisione. A prenderla è stata la terza divisione di fanteria, che coltiva una evidente passione per lo space western di Jon Favreau.

I militari si stanno preparando in questi giorni alle grandi manovre di Defender Europe 2020, un programma di esercitazioni che vedrà 37mila soldati di 18 stati della Nato (di cui 20mila americani) impegnati sul suolo europeo nel mese di marzo. Il centro logistico è a Brema, in Germania: si tratta della più imponente esercitazione statunitense in Europa negli ultimi 25 anni.

La terza divisione di fanteria, ovvero le forze corazzate d'intervento dell'esercito a stelle e strisce, si prepara brandizzando l'M1 Abrams (uno dei carrarmati più potenti del mondo) che sbarcherà in Europa con il nome del tenero bebè verde dagli occhioni e le orecchie a punta di The Mandalorian.

L'M1 Abrams e i veicoli blindati della 3rd Infantry Division sono allineati e pronti per l'inventario dopo che le operazioni di carico si sono concluse sui traghetti roll-on/roll-off americani per Defender Europe 20 a Savannah, Georgia.

Non poteva mancare l'hashtag classico Che la Forza sia con te, accompagnato da un più inquietante #Ready2Fight.

Lo scatto del soldato Daniel Alkana è stato condiviso anche dall'account di Spartan Brigade, la seconda squadra della Brigata da combattimento della terza divisione. Il loro cinguettio è tutto un programma.

Gli spartani stanno arrivando.

I commenti al post dell'U.S. Army si sprecano. C'è chi apprezza molto la scelta e immagina già un Bambino in armatura mandaloriana d'acciaio Beskar.

Ma c'è anche chi critica questa decisione perché ricorda che la saga di George Lucas, e in particolare i Jedi, non sostiene la guerra: "Star Wars – scrive un utente – è pieno di cose migliori che chiamarci un tank".

D'altronde non è la prima volta che l'esercito USA fa riferimento a franchise cinematografici e televisivi.

Matt Cavanaugh, ex stratega che ha avviato un think tank, il Modern War Institute, con il commilitone John Spencer, ha scritto un libro intitolato Strategy StrikesBack. In questo saggio, realizzato in collaborazione con Max Brooks (il figlio di Mel e Anne Bancroft e autore di Manuale per sopravvivere agli zombie e World War Z. La guerra mondiale degli zombie), usa Star Wars per spiegare i conflitti militari moderni.

La copertina del libro Potomac Books
Star Wars per usare le strategie militari: si può

Funzionerà anche con The Mandalorian?

Vi ricordiamo che Favreau è attualmente al lavoro sulla seconda stagione della serie e che gli otto Capitoli della prima saranno disponibili in Italia dal 24 marzo 2020 su Disney+.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.