FOX  

The Walking Dead 10x10 e l'omaggio a Halloween di John Carpenter

di - | aggiornato

Da Halloween, il cult movie del genere horror, a The Walking Dead: la showrunner Angela Kang racconta com'è nata l'idea di trasformare Beta nel Michael Myers della situazione.

0 commenti

Condividi

Ho resistito con molta fatica alla tentazione d'improntare l'intera recensione di Stalker, l'episodio 10x10 di The Walking Dead, sulle analogie fra Beta e Michael Myers.

Ma c'erano questioni più pressanti, come lo scontro all'ultimo sangue fra Daryl (Norman Reedus) e Alpha (Samantha Morton), oltre al tradimento di Gamma (Thora Birch), determinante per il cambiamento degli equilibri nei due schieramenti.

Così ho aspettato, con il proposito di scrivere questo speciale dedicato al parallelismo con la saga di Halloween, nata dal capolavoro di John Carpenter del 1978.

E, nel frattempo, è arrivato anche il racconto di com'è nata l'idea da parte di Angela Kang, la showrunner di The Walking Dead.

The Walking Dead 10x10: Beta emerge dalla tombaHDAMC
The Walking Dead 10x10: Beta emerge dalla finta tomba scavata da Dante ad Alexandria

Alexandria come Haddonfield

Cominciamo dalla creazione delle somiglianze visive: Beta (Ryan Hurst), l'omone mascherato che si aggira per Alexandria nel buio, ricorda volutamente un altro uomo grande e grosso, Michael Myers, mentre si aggira per Haddonfield - la sua cittadina natale, ambientazione di Halloween - a caccia di Laurie (Jamie Lee Curtis).

Poi, naturalmente, c'è il modus operandi: il coltello. Un coltello (anzi, due) che ricorda molto quello impugnato da Michael, e che serve per massacrare un gruppo di persone - trasformando The Walking Dead in uno slasher movie - in modi identici a quelli narrati dal film. Omaggi espliciti, con un fine diverso.

Beta, infatti, dopo aver compiuto il massacro, si siede e aspetta.

Aspetta che le sue vittime tornino in vita, per creare il caos. Per dar vita al suo piccolo esercito di zombie dentro le mura di Alexandria. Per continuare ad agire indisturbato, mentre i vaganti impegnano i nostri.

Com'è nata l'idea

Ricorderete senza dubbio come Dante (Juan Javier Cardenas) avesse ucciso la povera Cheryl (Rebecca Koon), colpita dall'avvelenamento dell'acqua che lo stesso Dante aveva causato. Siddiq (Avi Nash) arrivava proprio mentre Dante stava scavando una tomba per Cheryl. Quella stessa tomba che avrebbe lasciato vuota, come ingresso per Beta.

Lo sceneggiatore Jim Barnes, che ha scritto l'episodio, aveva lanciato quest'idea di Halloween ad Alexandria con Beta. Mi è piaciuta molto l'idea ma è stato difficile capire dove inserirlo. Poi è comparso come il posto giusto nella storia, in cui Beta fa una mossa molto rilevante. L'idea era così forte e sorprendente. Si trattava di capire la logistica di come sarebbe entrato. Abbiamo pensato che Dante era una spia, quindi aveva creato un ingresso segreto per Alexandria attraverso una tomba. A quel punto volevamo lasciarlo libero e provocare il caos ad Alexandria.

Risolta la questione sul punto d'ingresso, restava quella visiva. Perfettamente riuscita.

È stato davvero divertente per noi. Il nostro regista Bronwen Hughes ha fatto un lavoro così straordinario con la grafica rendendo omaggio alle caratteristiche [del genere slasher], ma anche facendolo sembrare originale. Quando arriviamo a fare un episodio che è un'idea importante tratta  del genere horror, è davvero divertente per noi. Siamo tutti grandi fan di queste cose - e Ryan Hurst si è divertito moltissimo a uccidere un gruppo di persone.

E voi? Vi siete divertiti a godervi da spettatori l'omaggio a Halloween?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.