FoxCrime

Solidarietà Digitale: le offerte gratuite per libri e giornali per chi vive nelle zone rosse

di - | aggiornato

Solidarietà Digitale è il nome dell'iniziativa del Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione, per aiutare chi si trova in quarantena nelle zone rosse a causa della diffusione del Coronavirus (SARS-CoV-2).

Un giornale e un laptop Pixabay

0 commenti

Condividi

[UPDATE della Redazione] A seguito dell'emanazione del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri del 9 marzo 2020, è possibile che l'iniziativa di Solidarietà Digitale subisca alcuni cambiamenti per riflettere il nuovo status dell'intera penisola italiana quale "territorio protetto". Gli aggiornamenti saranno disponibili direttamente sul sito ufficiale.

 

[Articolo originale] Dopo i recenti aggiornamenti sulla diffusione del Coronavirus (SARS-CoV-2) in Italia e le novità presenti nel Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020, arriva Solidarietà Digitale. Di cosa si tratta?

Solidarietà Digitale è un’iniziativa del Ministro per l’Innovazione Tecnologica e la Digitalizzazione - con supporto dell’Agenzia per l’Italia Digitale – che mira a ridurre, in qualche modo, l’impatto sociale ed economico delle zone soggette alle restrizioni. Tutto ciò, ovviamente, offrendo servizi e soluzioni innovative che consentono, ad esempio, di lavorare da remoto – tramite l’utilizzo di piattaforme di smart working – di non restare indietro con i percorsi scolastici e di formazione – grazie alle piattaforme di e-learning – e di poter leggere gratuitamente giornali e libri sui propri smartphone, PC e tablet, anche senza doversi recare in edicola o in libreria.

Il Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri dell’8 marzo 2020 definisce le nuove zone rosse a causa dell’elevato rischio di contagio del Coronavirus, sancendo l’impossibilità a uscire dai confini tranne che per indifferibili motivazioni. Ecco perché diverse imprese, in accordo con il Governo, hanno deciso di venire incontro a chi si trova in quarantena nelle zone soggette a restrizioni per le misure di emergenza sanitaria, le quali comprendono l’intera Lombardia e le 14 province italiane di Modena, Parma, Piacenza, Reggio Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Alessandria, Asti, Novara, Verbano Cusio Ossola, Vercelli, Padova, Treviso e Venezia.

Scopriamo quali sono i servizi gratuiti di Solidarietà Digitale a supporto delle zone rosse, per quanto riguarda l’editoria.

Gruppo Mondadori

Lodo del Gruppo MondadoriHDGruppo Mondadori

Fondato nel 1907, il gruppo editoriale italiano Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. ha messo a disposizione degli abbonamenti gratuiti, per la durata di tre mesi, dei magazine legati al Gruppo. Tale servizio permette la lettura delle riviste in formato digitale, a favore dei cittadini che vivono nelle zone rosse. Le testate disponibili sono:

  • CasaFacile;
  • Chi;
  • Donna Moderna;
  • Focus;
  • Focus Junior;
  • Focus Storia;
  • GialloZafferano;
  • Grazia;
  • Icon;
  • Icon Design;
  • TV Sorrisi e Canzoni.

Inoltre, il Gruppo Mondadori permetterà la lettura di un e-book - a scelta tra narrativa, saggistica e altri generi – facente parte del catalogo Mondadori: il libro potrà essere letto grazie all’app Kobo Books, disponibile gratuitamente per PC, smartphone e tablet.

La Repubblica

Il logo de La RepubblicaHDLa Repubblica

Quotidiano italiano tra i più famosi – secondo nel Paese per diffusione e quantità di lettori - e con sede a Roma, La Repubblica ha aderito all’iniziativa, regalando a chi risiede nelle zone rosse tre mesi di abbonamento alla propria testata.

Il Mattino

Logo de Il MattinoHDIl Mattino

Quotidiano fondato a Napoli nel 1892, Il Mattino di Padova ha deciso di rendere gratuito il proprio abbonamento per tre mesi. Ovviamente, per chi risiede nelle zone rosse.

La Stampa

Logo de La StampaHDLa Stampa

Anche La Stampa – quotidiano italiano, che ha sede a Torino - regalerà, a chi risiede nelle zone rosse, tre mesi di abbonamento.

La lista delle aziende che stanno decidendo di aderire è in costante aggiornamento, ma come aderire a Solidarietà Digitale se ci troviamo nelle zone rosse? Per usufruire dei servizi, basta accedere gratuitamente con SPID direttamente dal sito dell’iniziativa: SPID è il sistema di accesso con identità digitale ai servizi online della pubblica amministrazione italiana e dei privati, che consente l'accesso da qualunque dispositivo.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.