FOX  

23 anni di Buffy: il 10 marzo la Cacciatrice cambiava il mondo

di -

Dal grande schermo, con un flop nonostante il cast, alla consacrazione: nel giorno del suo anniversario, ecco la storia di Buffy, supercult TV, dalla genesi agli episodi preferiti di Joss Whedon.

0 commenti

Condividi

L'ho detto, scritto e ripetuto per anni. Fin dal giorno del mio diploma come Sceneggiatrice/Autrice TV presso la Civica Scuola di Cinema di Milano: la prima cosa da imparare quando si inizia a scrivere una storia è che... Tutto è già stato scritto.

Esistono migliaia di modelli narrativi, schemi di sceneggiatura, variazioni sui temi classici: tutto, alla fine, è riconducibile ad almeno uno di essi.

Il segreto, ed è ciò che ha fatto di Buffy un supercult televisivo, è l'umiltà del suo creatore nel riconoscere i modelli narrativi, rielaborarli, mescolarli e sovvertirli.

Scrivendo una storia che diventa unica, originale, ma soprattutto degna dell'attenzione di una larga schiera di spettatori.

Per rompere le regole, si sa, le devi conoscere. E Joss Whedon è uno dei maggiori conoscitori dei meccanismi narrativi della TV (e non solo).

Grande appassionato del genere horror, il giovane Whedon si fece una domanda: dopo aver visto dozzine di povere ragazze massacrate dal mostro di turno, perché non ribaltare i ruoli?

Detto, fatto: è il 1992 e Whedon scrive il film diretto da Fran Rubel Kuzui in cui si gioca con gli stereotipi del genere.

Buffy, però, ha il volto di una poco credibile Kristy Swanson e, nonostante un grande cast (Donald Sutherland, Rutger Hauer e l'idolo giovanile del momento, Luke Perry), qualcosa non funziona. La Buffy della Swanson ha qualcosa di troppo, davvero troppo "biondo".

Ecco quindi che, a distanza di 5 anni, Whedon ripete l'esperimento con una giovanissima Sarah Michelle Gellar e tutto funziona alla perfezione.

Una mezza stagione di fiducia da parte della 20th Century Fox Television... E la storia della TV guadagna una delle sue immortali icone.

Joss Whedon, che le generazioni di oggi associano al grande successo di The Avengers (e, fatemelo ripetere, è stato accusato di misoginia senza alcun fondamento) non ha mai dimenticato la serie che gli ha cambiato la vita.

E in diverse occasioni, con grande fatica - perché 10 su ... sono veramente pochi - aveva ripetuto la sua top ten degli episodi preferiti.

Per celebrare questo ventreesimo anniversario dal debutto di Buffy, il 10 marzo 1997, ve la ripropongo (rigorosamente non in ordine di preferenza, bensì cronologico, come la diffuse lo stesso Whedon).

  • Prophecy girl (La profezia, 1x12)
  • Innocence (Un attimo di felicità, 2x14)
  • Becoming Part II (L’inizio della storia – Seconda parte, 2x22)
  • The Wish (Il desiderio, 3x09)
  • Doppelgangland (Il mondo parallelo, 3x16)
  • Hush (L’urlo che uccide, 4x10)
  • Restless (Sonni agitati, 4x22)
  • The Body (Un corpo freddo, 5x16)
  • Once More, With Feeling (id. 6x07)
  • Conversations With Dead People (Conversazioni con l’aldilà, 7x07)

E, aggiungo, questa è certamente la top 10 migliore che Whedon potesse regalarci... Solo capolavori.

Non siete d'accordo?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.