In tempi di Coronavirus, c'è chi indica il saluto vulcaniano come unica scelta logica

di - | aggiornato

Il saluto vulcaniano di Star Trek è visto da tanti fan come la soluzione ai momenti di imbarazzo in questo periodo di Coronavirus.

Leonard Nimoy in una scena di Star Trek NBC

0 commenti

Condividi

Il saluto vulcaniano di Star Trek potrebbe non essere più relegato al solo mondo nerd. Visto il pericolo di contagio in tempi di Coronavirus, l'iconico gesto del comandante Spock (Leonard Nimoy) è stato proposto dai fan della serie come uno dei modi migliori per salutare i nostri amici ed evitare contatti fisici come strette di mano, baci e abbracci.

Se in un primo momento aveva fatto furore la Whuan Shake, il saluto "piede contro piede" mostrato anche in un video realizzato da Sky, adesso anche il saluto vulcaniano diventa un'alternativa valida vista la necessità di mantenere una distanza di sicurezza per tutelare la salute della gente ed evitare il propagarsi del virus.

Il saluto del signor Spock ci garantisce tutto questo e inoltre è conosciuto in tutto il mondo, persino da chi non ha mai visto la serie: è semplice ed efficace. Non crea inutili imbarazzi e fa sorridere.

Il saluto vulcaniano è stato visto per la prima volta nella premiere della seconda stagione della serie classica di Star Trek. Nell'episodio in questione, intitolato Amok Time (Il duello, nella versione italiana), Spock torna a casa, sul suo pianeta d'origine e qui saluta i suoi compagni vulcaniani formando una forma a V con le dita.

L'ideatore del gesto divenuto leggendario è l'interprete Leonard Nimoy, che nel 2009 ha raccontato a L.A. Times di essersi ispirato, nel coniare il saluto, a una benedizione dei sacerdoti ebraici vista da bambino.

Per prevenire la diffusione del COVID-19, il saluto vulcaniano consente alle persone di essere amichevoli e garbate, ma rende il contatto fisico non necessario. Inoltre, il cenno ha una connotazione fortemente positiva, perché augura all'altro una vita lunga e prospera.

Ecco che, in una clip tratta dalla serie classica di Star Treck (è l'episodio 22 della terza stagione), l'ufficiale della Enterprise dice: "Che tu viva a lungo e in prosperità".

In un clima in cui è importante non lasciare che il panico prenda il sopravvento e controlli ogni nostra mossa, ma in cui siamo invitati alla cautela, possiamo apportare qualche piccolo cambiamento alle nostre abitudini e magari, perché no?, fare nostro il saluto del pianeta Vulcano!

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.