FOX

'Daniel Radcliffe ha il Coronavirus' è una fake news

di - | aggiornato

L'ex Harry Potter vittima di una fake news di cattivo gusto.

Daniel Radcliffe nel ruolo di Harry Potter Warner Bros.

0 commenti

Condividi

Martedì 10 marzo 2020, un falso account Twitter registrato come @BBCNewsTonight ha pubblicato la notizia secondo la quale l'ex Harry Potter, Daniel Radcliffe, era risultato positivo al Coronavirus.

La notizia è stata confermata come falsa!

Secondo quanto riportato da Buzzfeed News, l'agente dell'attore ha negato che il suo assistito abbia contratto il Coronavirus.

Il tweet, ora cancellato, recitava:

BREAKING: Daniel Radcliffe risulta positivo al Coronavirus. Si dice che l'attore sia la prima persona famosa ad essere stata confermata pubblicamente.

Qualcuno però ha salvato il tweet e lo si può vedere qui sotto:

Come riporta E!Online, l'account @BBCNewsTonight ora è stato sospeso per aver violato le regole e le linee guida di Twitter. Il Tweet in questione è rimasto online circa 7 ore, riportando 762 condivisioni e circa 1000 "mi piace".

Nonostante l'account non avesse molti follower, la falsa notizia è stata purtroppo condivisa dalla corrispondente della Casa Bianca per il New York Times, Maggie Haberman e dal direttore editoriale per il digitale di Politico, Blake Hounshell, ricevendo così molta più visibilità di quella che meritava.

Resosi conto di essere incappati in una fake news, entrambi i giornalisti si sono scusati su Twitter con i loro lettori.

Hounshell ha twittato le sue scuse scrivendo: "Scusate, gente - ingannato da un falso account BBC".

Haberman invece ha twittato: "Prima ho ricevuto un post falso da BBC e non ho visto il post del lettore che me l'ha segnalato. Mi scuso per la confusione". 

È molto importante verificare sempre la fonte della notizia, prima di battezzarla per vera.

Daniel Radcliffe è attualmente protagonista in TV nella seconda stagione di Miracle Workers (insieme a Steve Buscemi) e al cinema con il film indipendente Guns Akimbo, in programmazione negli Stati Uniti dal 28 febbraio 2020.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.