FOX

Coronavirus: come pulire lo smartphone evitando di danneggiarlo

di - | aggiornato

Utilizziamo lo smartphone ogni giorno e per un numero considerevole di ore. Ecco perché e come dovremmo pulire questo concentrato di tecnologia.

Una persona utilizza un iPhone 7 Oro Rosa Unsplash / Mia Baker

0 commenti

Condividi

In questo momento vorremmo poter parlare di altro, delle grandi fiere del settore tecnologico e videoludico, degli eventi come il Mobile World Congress e la Game Developers Conference che da anni ci tengono compagnia in questo periodo dell'anno. La minaccia del Coronavirus è però piombata nella nostre vite, obbligandoci a cambiare radicalmente le nostre abitudini.

Considerata la criticità della situazione, ogni singolo cittadino può dare il proprio contributo. Possiamo ostacolare la diffusione del COVID-19 seguendo semplici raccomandazioni. Il Ministero della Salute invita tutti - ad esempio - ad evitare contatti ravvicinati tenendosi ad una distanza minima di un metro, ad evitare i luoghi affollati, a lavarsi spesso le mani e a non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani.

Ma in questo contesto è consigliabile anche pulire lo smartphone, un dispositivo che innumerevoli volte nell'arco della giornata entra in contatto con dita e volto e che potrebbe potenzialmente veicolare il virus.

Il primo consiglio? Per le chiamate cercate di usare gli auricolari.

Come pulire lo smartphone

Pulire questi concentrati di tecnologia non è così semplice come sembra, ecco quindi alcuni suggerimenti per scongiurare ogni pericolo. A tal proposito, quella indicata da Apple per la pulizia degli iPhone è una guida valida per tutti gli smartphone oggi in commercio, per questo motivo la prenderemo come esempio.

Per pulire le superfici dure e non porose dello smartphone, compresa quella del display, è fortemente consigliato l'utilizzo di una salvietta con il 70% di alcool isopropilico, un composto più delicato dell'alcool etilico.

Attenzione però a non far penetrare umidità nelle aperture, come i fori per altoparlanti e microfono e le porte per il cavo di ricarica e il jack da 3,5mm, e a non usare detergenti, aria compressa e soprattutto candeggina. Per il display è importante fare una precisazione. Praticamente tutti gli schermi degli smartphone sono dotati di un rivestimento oleorepellente che non fa depositare le impronte, ma questo non è a prova di prodotti di pulizia che comunemente si usano per le superfici in vetro.

Senza dimenticare le custodie (dove i batteri si danno costantemente appuntamento), durante questa operazione è consigliabile infine l'utilizzo di guanti monouso. Come gli smartphone, infatti, anche i guanti riutilizzabili potrebbero 'dare rifugio' ai virus.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.