I nuovi colleghi di chi lavora da casa: pelosi e con il naso umido [FOTO]

di - | aggiornato

A causa dell'epidemia da Coronavirus, sempre più persone stanno scoprendo i benefici dello smart working, ovvero il lavoro da casa. Chi ha animali domestici, sta godendo della compagnia di nuovi colleghi pelosi e con il naso umido: cani e gatti.

Primo piano di un cane e di un gatto Pexels

0 commenti

Condividi

Siamo in piena pandemia da Coronavirus (SARS-CoV2) e, mentre i numeri dei contagiati e dei morti a causa del COVID-19 sembrano non diminuire, l’Italia è in quarantena e anche in altri Paesi si sta cercando di cambiare le proprie abitudini, favorendo lo smart working - ove possibile – per provare a limitare il più possibile la diffusione del contagio.

Molti impiegati nel mondo sono, al momento, “costretti” a lavorare da casa. Per quelli che, generalmente, sono abituati a essere seduti in un ufficio, è un’esperienza nuova, ma i vantaggi del lavoro da casa sono tanti: meno inquinamento, più tempo per se stessi, maggiore concentrazione e, soprattutto, si può lavorare in compagnia dei propri pelosi a quattro zampe.

I genitori umani di cani, gatti e altri animali domestici, in queste ore, stanno invadendo i social con foto che testimoniano com’è lavorare da casa con i “nuovi colleghi”. È logico che questi ultimi siano particolarmente entusiasti della maggiore presenza dei loro familiari in casa, per cui sembra proprio si stiano godendo questi momenti. Su Twitter, diversi utenti stanno condividendo la loro esperienza.

Lavorare da casa per il prossimo futuro e la mia riunione è già diventata una live dedicata al mio gatto che dorme o si lava.

Vi presento i miei nuovi colleghi.

Il mio collega è molto chiacchierone e appiccicoso.

Cani e gatti che si impossessano delle tastiere dei PC o che si rannicchiano sulle gambe, semplicemente perché cercano continuamente un contatto con i loro genitori umani… adorabili!

Che gli animali aiutassero a migliorare il rendimento a lavoro era, comunque, già noto: un recente studio condotto dall’Università di Lincoln nel Regno Unito ha, ad esempio, dimostrato i benefici della presenza dei cani nell’ambiente di lavoro, tra cui l’aumento della concentrazione e della qualità della vita lavorativa. In questi giorni, sono tanti gli utenti che stanno scherzando sulle giornate lavorative a casa con i loro cani e gatti.

Ha pensato che fosse divertente giocare con lo schermo.

Pensieri e preghiere a tutti quelli che cercano di lavorare da casa con un animale domestico che non capisce il concetto.

Lavora da casa, dissero... sarai altrettanto produttiva. Chiaramente, non hanno incontrato il mio cane, che mi impone di tenere le sue zampe.

Lavorare con gli animali attorno, sicuramente, dona allegria e, secondo molti, non rappresenta una distrazione, ma una compagnia in grado di migliorare la concentrazione, favorendo il relax e l’allegria, per l’appunto. Ecco una carrellata di tweet divertenti di chi lavora da casa, in compagnia di cani e gatti. 

La cosa migliore del lavorare da casa? Guardare il mio gatto seduto sul mio laptop, mentre cerca di bere il mio caffè.

Non mi dispiace essere interrotto da un collega quando mi lancia la palla.

Immagino che la settimana prossima farà un lavoro migliore di me.

Lavoro forzato da casa oggi. Mi piace spettegolare con il mio collega.

Il mio collega sembra sempre infastidito quando lavoro da casa.

Non esiste una linea di condotta per cani in questo ufficio.

Lavora da casa, dissero. Sii grandioso, dissero.

E voi siete tra i fortunati che, a casa, vantano dei colleghi a quattro zampe?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.