The Ones Below - I nuovi vicini, spiegazione del finale del film

di - | aggiornato

I nuovi vicini (The Ones Below) è un film thriller-drammatico del 2016 diretto dall'esordiente David Farr e interpretato da Clemence Poesy, David Morrissey, Stephen Campbell Moore e Laura Birn. Ecco la trama e il finale.

Una scena del film I nuovi vicini BBC Films

0 commenti

Condividi

Presentato alla 66esima edizione del Festival Internazionale del Cinema di Berlino, I nuovi vicini (titolo originale The Ones Below) è un film thriller britannico diretto dall'esordiente regista David Farr e interpretato da Clemence Poesy, David Morrissey, Stephen Campbell Moore e Laura Birn.

La pellicola, che è stata accolta positivamente sia dalla critica cinematografica che dal pubblico, come riportato dal The Hollywoord Reporter, potrebbe essere definito come un "derivato ma raffinato psico-thriller che non cerca mai di nascondere i suoi ovvi debiti nei confronti di Polanski e Hitchcock".

I nuovi vicini: la trama

l nuovi vicini, ambientato ai giorni nostri a Londra, vede Clemence Poesy (già vista in Harry Potter e nella serie TV Gossip Girl) interpretare Kate, una giovane londinese in attesa del suo primo figlio con il marito Justin (Stephen Campbell Moore). Tutto scorre tranquillo sino a quando una coppia di nuovi vicini si trasferisce nel lussuoso appartamento al piano inferiore del loro piccolo condominio: il ricco banchiere Jon (David Morrissey) inizialmente si comporta in modo burbero e distante, mentre la sua affascinante moglie scandinava, Theresa (Laura Birn), anch'ella in attesa del primo figlio, stringe rapidamente amicizia con Kate. Unite dalla gravidanza, le donne riuniscono i loro coniugi per una cena, che mostra a Kate come Theresa abbia qualche problema con suo marito. 

Le cose peggiorano quando Theresa, dopo aver bevuto troppo, preferisce tornare a casa perché non si sente molto bene. Kate accompagna l'amica alla porta di casa, ma Theresa finisce con l'inciampare nel gatto della donna. Un incidente tanto banale quanto tragico, dovuto al buio nelle scale del condominio per via di una lampadina fulminata che Justin ha dimenticato di sostituire. In seguito al tragico incidente, la moglie di Jon finisce col perdere il bambino che portava in grembo.

Traumatizzati e arrabbiati, Jon e Theresa danno la colpa ai loro nuovi vicini negligenti per la perdita subìta. I rapporti tra le coppie diventano prevedibilmente complicati, amplificando le tensioni latenti tra Justin e Kate, che ha una delicata storia familiare di depressione e suicidio alle spalle. Le cose sembrano andare meglio quando Jon e Theresa decidono di lasciare momentaneamente Londra per tentare di superare la loro tragedia, evitando accuratamente la nascita del bambino di Kate, Billy.

Tornata a Londra con Jon alcuni mesi dopo, Theresa chiede scusa ai suoi vicini e ricostruisce con cautela la sua amicizia con Kate, guadagnandosi persino la fiducia di una normale baby-sitter. Ma il suo eccessivo interesse e attaccamento al bambino comincia a far sorgere terribili sospetti in Kate. La donna, infatti, scopre che in sua assenza Theresa si comporta con Billy come se fosse sua madre. Non solo: Kate si accorge anche di come Theresa e Jon conservino delle foto di Billy scattate nella stanza che i due avevano preparato per il loro bambino, morto in grembo dopo la caduta di Theresa. Kate comincia così a indagare sui suoi "amici-vicini", che però si accorgono dei sospetti della donna. Kate, infatti, fa una vera e propria figuraccia sia di fronte al marito che agli stessi Jon e Theresa, che hanno cancellato tutte le foto compromettenti che avrebbero dimostrato la loro ossessione per Billy.

I nuovi vicini - Il finale

I nuovi vicini scenaHDBBC Films
Una scena del film I nuovi vicini

Il finale della pellicola si prospetta tragico ma alquanto prevedibile, rimanendo comodamente all'interno delle regole di genere. Kate, ora sull'orlo di un completo crollo emotivo e del tutto confusa tra quella che sembrano essere la realtà e le sue paranoie, chiede a Justin di trasferirsi in un nuovo appartamento. La coppia trova così una nuova sistemazione e lavora da casa fino al giorno del trasloco. Questo piano "di fuga" viene interrotto quando Justin viene chiamato a lavorare per un'emergenza ed è costretto ad allontanarsi lasciando Kate e il bambino da soli. Quando Justin raggiunge l'ufficio, scopre che in realtà non c'è alcuna riunione urgente. Quindi riceve un'e-mail da Kate in cui afferma di essere "dispiaciuta". Precipitandosi a casa in preda ad un atroce sospetto, Justin trova Kate annegata nella vasca bagno, apparentemente suicidatasi dopo aver ucciso il bambino gettandolo in un canale vicino (la deduzione è dovuta al fatto che Justin trova il passeggino del bambino vuoto vicino al fiumiciattolo).

Il flashback che segue rivela quello che è in realtà accaduto: Theresa e Jon hanno avvelenato Kate, grazie alla bottiglia di latte che Justin le ha consegnato mentre usciva dalla porta; Jon ha inviato l'e-mail di "scuse" di Kate al marito dal suo laptop e Theresa, vestita con gli abiti di Kate, ha gettato qualcosa di simile a un bambino fasciato nel canale. In seguito viene rivelato che, in realtà, a essere gettato via era stato il gatto di Kate e Justin.

L'ultima scena mostra Jon e Theresa nella loro nuova casa in Germania , dove si stanno sistemando con il loro bambino, "Peter", che in realtà è il piccolo Billy, figlio di Justin e Kate.

Nessun lieto fine, dunque, per Kate e Justin che, lungi dallo scoprire le machiavelliche intenzioni dei loro vicini, finiscono per essere definitivamente colpiti e affondati. La morte di Kate, e apparentemente del bambino, getta nello sconforto più totale il povero Justin, che dovrà condividere il resto della sua vita con l'atroce dolore dovuto alla perdita dei suoi affetti più cari. Nessuna verità viene a galla: stavolta è il male a trionfare. E se la pellicola sin dall'inizio ha probabilmente mostrato dove la storia voleva andare a parare, di certo il pubblico più sensibile avrebbe voluto una sorte diverso per Kate e famiglia.

I nuovi vicini, in fondo, pur facendo parte di un film, e come tale in una finzione, ci ricorda che è davvero difficile conoscere a fondo le persone e che sarebbe bene tenere a mente di come ognuno di noi possa, potenzialmente, essere capace di compiere azioni spregevoli e malvagie, anche se dettate dalla disperazione di aver perso un figlio. In realtà, la pellicola di Farr non si spinge a fondo in questo senso: il rapimento di Billy è stato progettato sin dall'inizio? O è stato frutto della tragica perdita che Theresa e Jon hanno vissuto?

Probabilmente non lo sapremo mai e se I nuovi vicini ci lascia il sapore di qualcosa di incompiuto, allo stesso tempo è sicuramente capace di offrirci spunti di riflessione importanti su argomenti delicati come la maternità e la depressione. 

Via: The Hollywood Reporter/Coming Soon

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.