Vanessa Hudgens si scusa per aver minimizzato l'emergenza Coronavirus

di - | aggiornato

Alcuni commenti di Vanessa Hudgens sul Coronavirus sono diventati virali: l'attrice e cantante ha banalizzato l'emergenza, commentando secondo alcuni utenti in modo sconsiderato e superficiale. Qualche ora dopo, ha corretto il tiro.

0 commenti

Condividi

L'emergenza Coronavirus è ormai una realtà anche negli Stati Uniti. Molti volti noti dello showbiz si sono messi in quarantena - a partire da Katy Perry e Orlando Bloom - e iniziano a emergere svariati casi di contagio anche a Hollywood: i primi sono stati Tom Hanks e la moglie Rita Wilson, mentre nelle ultime ore è stato Idris Elba a dichiararsi positivo al Covid-19.

Mai come di questi tempi è fondamentale prestare attenzione a ciò che viene detto sui social. In Italia, per esempio, l'imprenditrice digitale Chiara Ferragni sta portando avanti una vera e propria crociata contro la superficialità di alcune star del web nei riguardi della pandemia, non risparmiandosi nei rimproveri.

E non si può dire che gli utenti della Rete siano meno duri di lei. Negli ultimi giorni, a finire nel mirino è stata Vanessa Hudgens. Alcune sue dichiarazioni sul Coronavirus hanno fatto storcere il naso al popolo di Instagram, che l'ha accusata di essere sconsiderata e avventata. Su Instagram Stories, la Hudgens ha dichiarato:

Mi dispiace, è un virus, lo capisco e lo rispetto. Ma, allo stesso tempo, sì la gente morirà: è terribile? Ma... è anche inevitabile? Non lo so, forse non dovrei dirlo proprio ora.

I commenti di Vanessa Hudgens, come prevedibile, hanno scatenato non poche polemiche. Qualche ora dopo, la cantante e attrice si è scusata:

Ehi, ragazzi. Ieri ho fatto una diretta su Instagram e mi sono resa conto che alcuni miei commenti erano fuori contesto. Questo è un momento folle, folle!

Attualmente, anche lei è in quarantena:

Sono a casa e in isolamento, ed è quello che spero stiate facendo anche voi. Tenetevi al sicuro. Non prendo alla leggera questa situazione, assolutamente. Sono a casa, rimanete a casa tutti.

Le scuse sono state formalizzate anche su Twitter. Che ne pensate?

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.