The Society: il finale della prima stagione della serie

di - | aggiornato

The Society è una serie TV del 2019 ispirata da opere celebri come Il pifferaio di Hamelin e Il signore delle Mosche di Golding. Ecco il suo controverso finale che ci proietta dritti dritti verso la seconda stagione.

I protagonisti di The Society Netflix

0 commenti

Condividi

Ispirata a due opere celebri come la fiaba de Il pifferaio di Hamelin e a Il signore delle mosche di William Golding, The Society è una serie TV distribuita in esclusiva da Netflix a partire da maggio 2019. La prima stagione è stata composta di 10 episodi, mentre la seconda andrà in onda, nel corso del 2020, nuovamente sulla celebre piattaforma.

The Society, creata da Christopher Keyser e diretta da Tara Nicole Weyr e Marc Webb, tenta di rispondere in qualche modo ad una domanda molto complessa: cosa accadrebbe se tutti gli adulti scomparissero dal mondo? 

The Society: la trama

Dopo essere prima partiti per un viaggio scolastico (annullato improvvisamente e per cause misteriose) un gruppo di adolescenti torna nella ricca cittadina in cui tutti abitano e dove da qualche tempo imperversa uno strano quanto cattivo odore. Immediatamente si accorgono di qualcosa di molto strano: tutti gli adulti del posto, compresi i loro genitori, sono spariti e non sono neppure reperibili al telefono. Dopo lo spavento iniziale, dovuto anche al fatto che è impossibile lasciare la loro città, West Ham, i nostri protagonisti saranno costretti a diventare loro "gli adulti" e a capire come organizzarsi in una nuova società, a darsi delle regole e, soprattutto, a sopravvivere affrontando l'impensabile allo scopo di evitare il caos. 

Tra i protagonisti e leader di questa nuova, quanto distopica, New Ham c'è Cassandra, una ragazza giudiziosa ed equilibrata che tenterà di realizzare una società perfetta in cui tutti lavorano e collaborano e dove tutto appartiene a tutti. Una sorta di socialismo ideale che non andrà, però, bene ai ragazzi e che terminerà con la morte della stessa Cassandra, ideatrice di questo fallimentare sistema. La leadership del gruppo verrà poi affidata ad Allie, sorella da sempre all'ombra di Cassandra, che tenterà di diversificare gli elementi costitutivi della nuova società, oltre a dover affrontare diversi drammi. In primis dovrà cercare di capire chi è il colpevole dell'omicidio di sua sorella e, cosa ancor più grave, come sopravvivere in una città (in quello che sembra oramai essere un certo mondo alternativo) in cui le risorse di viveri stanno terminando ed nella quale alcune persone non vogliono più offrire il loro contributo. 

La supremazia di Allie porterà però la giovane verso il baratro: dopo aver scoperto il colpevole della morte di sua sorella, decide di condannarlo a morte ergendosi, almeno in apparenza, al di sopra sia del bene che del male. Tutto ciò genera negli altri sconforto e malcontento che porteranno ad un vero e proprio colpo di stato guidato allo psicopatico Campbell Eliot (Toby Wallace), con al suo seguito Lexie (Grace Victoria Cox) ed Harry (Alex Fitzalan).

Come capo della città, infatti, Allie ha ignorato i modi in cui le sue guardie (Jason e Clark) hanno maltrattato Lexie (la giovane è stata arrestata con l'accusa di avvelenamento della città e Jason e Clark l'hanno umiliata facendole cambiare gli assorbenti durante il suo ciclo davanti a loro). Lexie riesce a mettere in discussione la fiducia della città nei confronti di Allie e riesce a diventarne la nuova leader ancor prima che le elezioni abbiano luogo. Ma la ragazza non è la sola a correre per il potere di New Ham.

Campbell, infatti, induce Harry, Luke, Clark e Jason a prendere in mano la situazione e riesce a convincere la stessa Lexie che, anche se vincesse, non sarebbe in grado di guidare la città senza il loro sostegno e la loro forza fisica. Insieme, così, incastrano Allie e Will per frode agli elettori, li arrestano e diventano leader congiunti della città. Nel frattempo, la giovane Becca mette alla luce il suo bambino e Grizz, Bean e un team di esploratori, ignari di ciò che è accaduto in città, trovano una nuova terra fuori da New Ham, che è perfetta per l'agricoltura e quindi per la sopravvivenza. Quando tornano a New Ham, si mostrano scioccati nel vedere Allie e Will imprigionati. 

Il controverso finale di The Society (e le domande a cui dovrà rispondere la seconda stagione)

Partiamo da un antefatto. Nel corso della stagione, Gordie (ragazzo intelligente e mago dei computer) ha scoperto che lui come tutti gli altri ragazzi non si trovavano nell'attuale West Ham (che Allie infatti chiamerà New Ham), spiegando che la stella Betelgeuse non era dove doveva essere ma a pochi gradi di distanza e che non c'erano oggetti in movimento tra loro e la luna, il che significava che tutti i loro satelliti erano scomparsi. Il giovane conclude il suo ragionamento dicendo di ritenere che la Terra su cui si trovavano attualmente non sia la loro. "È come un universo parallelo, quasi esattamente come il nostro ma non del tutto", precisa il ragazzo.

Quindi Allie e gli altri adolescenti sono (apparentemente) intrappolati in un universo parallelo - l'universo sbagliato, senza alcun modo apparente di tornare a casa - mentre i loro genitori e altri membri della famiglia continuano a vivere nell'universo corretto.

Ma non è chiaro se i loro genitori abbiano capito esattamente cosa sia successo o se le scoperte di Gordie e Bean siano effettivamente corrette.

Nell'ultima scena dell'episodio finale di stagione, la scena si sposta improvvisamente nella vera West Ham. Vediamo una signora bionda, Amanda (che sappiamo essere la madre di Allie dal primo episodio), che legge un passo di Peter Pan ai bambini di una scuola, accanto a un memoriale con i nomi di tutti i ragazzi che sono scomparsi (e che noi sappiamo trovarsi a New Ham). Cosa è davvero accaduto?

Gli scenari possibili sono vari. Gli adolescenti di West Ham potrebbero essere morti in un incidente sull'autobus che avrebbe dovuto portarli in gita scolastica ed ora sono intrappolati in una sorta di Purgatorio post vita terrena. Quest'ipotesi, però, potrebbe rivelarsi troppo semplice. Durante la prima stagione, molte sono state le strane circostanze che suggeriscono qualcosa di diverso. L'odore cattivo della città, le scritte sui muri, il misterioso autista del famigerato autobus: elementi che, per chi ha visto la serie TV, sembrano lasciar trasparire che i nostri adolescenti siano vivi e vegeti.

Una delle teorie più gettonate dai fan di The Society lascia intendere infattiche i personaggi facciano parte di una sorta di esperimento probabilmente organizzato dai loro genitori e dal governo. Non solo, però.

Quel che sembra essere certo è che lo strano odore (non sappiamo ancora cosa da cosa sia stato causato) che incombeva sulla città all'inizio della serie contiene la chiave del mistero. Più tardi nello show, è emerso come sia stato redatto un contratto da 1,5 milioni di dollari per rimuovere la "puzza", ma la città abbia rifiutato di pagare e da allora tutto sia cominciato ad andare storto. Sappiamo, inoltre, anche che il nome dell'uomo che è stato urlato dalla mamma di Harry (affascinante quanto tormentato) e dal padre di Sam (ragazzo sordo dotato di estrema dolcezza e intelligenza) a scuola, proprio all'inizio dello show, si è rivelato essere uno dei conducenti dell'autobus che hanno trasportato gli adolescenti a New Ham.

Tutto ciò potrebbe suggerire che l'uomo misterioso abbia orchestrato la scomparsa dei giovani come punizione per la città che non ha onorato il pagamento: a ben guardare, quando l'autobus lascia la città di West Ham per la prima volta, l'autobus passa accanto ad un cartello con su scritto: "West Sham" (Sham significa finzione, falsità, per l'appunto).

Sono molte le domande a cui occorrerà dunque dare una risposta: i nostri amici adolescenti sono morti? Sono vivi e imprigionati davvero in un universo parallelo? I loro genitori stanno piangendo la morte dei propri figli o osservano da lontano le sorti dei loro ragazzi vittime designate di uno strano esperimento? E se fossero i genitori, in realtà, ad essere morti o intrappolati in un altro mondo?

Per scoprirlo non possiamo fare altro che attendere la seconda stagione di The Society, che andrà in onda entro il 2020 su Netflix. 

Via: DigitalSpy/Express.Co.Uk

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.