FOX

The Mandalorian: perché l'Impero vuole il Bambino?

di - | aggiornato

Scappa, mangia, dorme e gioca con la manopola del Razor Crest, ma soprattutto riesce ad usare in maniera sorprendente la Forza: ecco le teorie più gettonate sul perché tutti sono sulle sue tracce.

Il Bambino della serie TV The Mandalorian Disney / Lucasfilm

0 commenti

Condividi

I primi due episodi della prima stagione di The Mandalorian hanno emozionato tutti i fan di Star Wars e lasciato gli appassionati con il fiato sospeso per il destino del Bambino, la tenera creatura aliena dagli occhioni e dalle grandi orecchie, apparentemente della stessa specie di Yoda.

Nel secondo Capitolo, intitolato significativamente The Child (Il Bambino), Mando ha continuato a proteggere il piccolo e ha scoperto la sua Forza nello scontro con il Mudhorn. Quando sembrava avere la peggio e non riuscire a recuperare il misterioso Uovo da scambiare con i Jawa per i pezzi del Razor Crest, il Bambino ha usato uno straordinario campo energetico per sollevare la bestia fangosa.

Il Bambino nella serie TV The MandalorianHDDisney / Lucasfilm
Cosa può fare il Bambino con la sua Forza?

Proprio questa scena è stata al centro di numerosi dibattiti tra gli spettatori dello show. Perché l'Impero vuole a tutti i costi il Bambino? Vuole sfruttare il suo immenso potere? Ci sono una serie di teorie che si susseguono al riguardo.

La più gettonata tra quelle circolate in rete ritiene che il Cliente (il personaggio misterioso interpretato da Werner Herzog) e il Dottor Pershing (lo scienziato interpretato da Omid Abtahi e proveniente da Kamino, il pianeta acquatico dove viene praticata la clonazione) vogliono "estrarre" dal bimbo dei midi-chlorian.

Werner Herzog nei panni del Cliente nella serie TV The MandalorianHDDisney / Lucasfilm
Cosa vuole davvero il Cliente dal Bambino?

I midi-chlorian sono i micro-organismi che vivono in simbiosi dentro le cellule di tutti gli esseri viventi. Un alto numero di midi-chlorian indica la predisposizione alla connessione con la Forza. Chi possiede parecchi midi-chlorian nel sangue (ad esempio il Bambino?) può fare un utilizzo "cosciente" della Forza e usare i poteri Jedi e Sith.

Ma espiantare questi organismi intracellulari ed extracellulari potrebbe causare anche molti effetti collaterali, oltre a richiedere una lunga ricerca genetica. Forse il Cliente e il Dottor Pershing stanno studiando in laboratorio un modo per generare dei potentissimi Jedi artificiali?

Nel 1981, quando il concetto dei midi-chlorian non era ancora stato introdotto dalla trilogia prequel, George Lucas ha rivelato che chiunque può attingere alla Forza. In un estratto dell'intervento di Lucas e Lawrence Kasdan da The Making of Star Wars: Return of the Jedi, pubblicato da Mike Ryan sull'HuffPost, Lucas ammette chiaramente che la Forza non è prerogativa soltanto dei Jedi: tutti possono usarla. Nel suo intervento, il papà di Star Wars paragona la Forza al karate o allo yoga.

Se vuoi prendere il tempo per farlo, puoi farlo, ma quelli che vogliono farlo davvero sono soltanto quelli interessati a questo tipo di cose.

Il regista, successivamente, ha modificato il tiro e precisato l'essenza di questo concetto. Qui-Gon Jinn spiega il significato dei midi-chlorian al piccolo Anakin in un passaggio chiave dell'Episodio I, La minaccia fantasma.

I midi-chlorian, nelle parole del Maestro Jedi, sono una microscopica forma di vita che si trova in tutte le cellule viventi e gli esseri viventi sono "simbionti di essi".

Organismi che vivono sempre insieme per un reciproco beneficio. Senza i midi-chlorian non esisterebbe la vita e noi non saremo consapevoli della Forza. In ogni istante essi ci parlano, comunicandoci il volere della Forza. Quando imparerai a placare la mente, sentirai che ti parlano.

Non è quindi da escludere che i resti dell'Impero vogliano prendere le cellule del Bambino una volta appurato il suo elevatissimo numero di midi-chlorian.

I Troopers nella serie TV The MandalorianHDDisney / Lucasfilm
I minacciosi Troopers ancora al servizio dell'Impero

Resta la distanza nelle posizioni tra il Cliente e il Dottor Pershing: il primo, che definisce la sua merce "materiale necessario", sembra volerlo vivo o morto; il secondo assolutamente in vita. Perché? Le uniche informazioni che sappiamo è che il Bambino ha un'età pari a 50 anni: questo vuol dire che crescendo diventerà più forte e quindi occorre intervenire subito?

Le risposte a tutte queste domande arriveranno, si spera, nei prossimi episodi (e magari con qualche spiegazione in più nella seconda stagione) di The Mandalorian, disponibile su Disney+ in Italia dal 24 marzo 2020.

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.