New Amsterdam mette da parte un episodio su una pandemia

di - | aggiornato

A causa del grave situazione causata dal Covid-19, NBC ha cancellato la messa in onda di un episodio di New Amsterdam incentrato proprio su una pandemia.

Un'immagine della serie TV New Amsterdam Pico Creek Productions/Mount Moriah/Universal Television

0 commenti

Condividi

È possibile che fiction e realtà possano fondersi?
Questo è quello che è successo a New Amsterdam, una delle serie TV di maggior successo sia in America che in Italia, che aveva realizzato un episodio riguardo ad una pandemia globale.

Girata a New York, epicentro del Covid-19 degli Stati Uniti, la serie creata da David Schulner aveva in programma un nuovo episodio che avrebbe visto New York City come focolaio di una pandemia influenzale mortale. Dal titolo originale Pandemic, in seguito reintitolato Our Door Are Always Open, l’episodio sarebbe dovuto andare in onda il prossimo 7 aprile 2020.

Tuttavia, considerato il grave momento storico, NBC, emittente della serie, ha deciso di sospendere la messa in onda dell’episodio, che è stato rimandato a una data futura da precisare.

David Schulner, creatore di New Amsterdam, nonché produttore e showrunner, ha supportato pienamente la decisione:

Il mondo ha bisogno di più fatti e di meno finzione in questo momento.

Un'immagine con alcuni membri del cast di New AmsterdamHDPico Creek Productions/Mount Moriah/Universal Television

Schulner ha raccontato, in una lettera a Deadline, delle origini dell’episodio dedicato alla pandemia (scritto nel 2019) e ha precisato che alcune delle scene non sembrano per niente di finzione:

Abbiamo mostrato cosa succede quando il nostro ospedale deve montare delle tende nel parcheggio perché ogni letto è occupato.

Una situazione che oggi sta diventando all’ordine del giorno, con ospedali saturi di pazienti contagiati e bisognosi di cure, tanto da rendersi necessaria la realizzazione di ospedali da campo.

La serie, unico medical drama girato a New York, è però entrata davvero in azione: data la crescita esponenziale di contagi, sono stati consegnati al Dipartimento della Salute dello Stato di New York un gran numero di dispositivi di protezione individuale (maschere, guanti e abiti).

Per quanto terribile sia la situazione attuale, con contagi che hanno colpito anche alcuni membri del team della serie, Schulner ha comunque rivelato di essere pieno di speranza:

Devo richiamare l’attenzione sul fatto che alcuni membri del nostro cast e dello staff sono malati. Uno dei nostri sceneggiatori è malato. Daniel Dae Kim, il cui personaggio è stato introdotto in questo episodio [cioè quello cancellato, ndr.], è risultato positivo al Covid-19 alcuni giorni dopo aver bloccato la produzione. Comprendo che alcuni di noi vogliono che questo episodio venga trasmesso. Ci abbiamo riversato i nostri cuori e le nostre anime. E andrà in onda. Solo, non ora. E quando lo farà alcuni diranno che si tratta di speculazione, altri diranno che è di cattivo gusto. E alcuni saranno grati di vedere riflesse le loro stesse esperienze [in TV]. Per mostrare loro che non erano soli. In un’epoca in cui l’isolamento era l’unico modo per sopravvivere. Che c’era e c’è speranza.

E voi, che ne pensate di questa cancellazione?

Via Deadline

Condividi

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.