Segnali d'allarme

Informazioni su The Walking Dead - Segnali d'allarme

Non perderti nulla di The Walking Dead

Il giudizio degli utenti

9,05 stelle

9,1/10

Sinossi dell'episodio "Segnali d'allarme"

Il terzo episodio di The Walking Dead 9 si apre dal destino di Justin, che un misterioso aggressore aveva attaccato nel finale del precedente episodio.

Justin è morto: lo vediamo, trasformato in zombie, aggirarsi nei pressi della zona in cui si trova l'accampamento dei lavoratori al ponte.

Tocca a Maggie, intercettata durante un viaggio proprio dai Salvatori che cercano Justin, trovarlo e rivelare a Rick e a tutti gli altri il suo destino.

La situazione è carica di tensione: i Salvatori accusano Daryl - che aveva discusso con Justin davanti a tutti - e sono pronti a scatenare una guerra.

Nonostante i tentativi di Carol di calmare gli animi, si arriva a un passo dallo scontro che solo Rick - arrivando a cavallo - riesce a impedire.

L'ex vicesceriffo inizia le indagini sulla morte di Justin, sperando di trovare presto il colpevole per mettere fine alle tensioni.

Sospetta anche di Jadis, che si allontana poco dopo. Gabriel, che ha mentito su dove si trovasse Jadis durante la notte dell'omicidio, la segue.

Mentre ci viene svelata la verità su chi abbia ucciso Justin, e sia determinato a eliminare altri Salvatori per vendetta, Jadis contatta il misterioso gruppo dell'elicottero e poi, dopo aver cercato di convincere Gabriel ad andarci insieme a lei, lo mette fuori combattimento...

Gli episodi de The Walking Dead - Stagione 9

Approfondimenti

Il cast dell'episodio

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.